Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, blitz di sedicenti attivisti di Al Qaida, indaga la Digos della Questura

IL SITO WEB DELLA "COLETTI" ATTACCATO DAGLI HACKER

L'istituto visitato da Renzi nel mirino per i corsi di lingue arabe


TREVISO - Il sito web delle scuole medie "Coletti" di Santa Bona, istituto visitato in mattinata dal premier Matteo Renzi, nel mirino degli hacker che avrebbero mandato ko il portale. L'incursione, firmata da sedicenti attivisti vicini ad Al Qaida, sarebbe avvenuta qualche settimana fa e a provocarla sarebbe stata la creazione di corsi di arabo presso l'istituto scolastico. A rivelare questo episodio è stato stamani il preside delle Coletti, Gianni Maddalon. Sul blitz degli hacker indagano ora gli investigatori della Digos della Questura di Treviso.