Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sale a tre il numero dei giudici internazionali nella sezione zonale 3

PAOLO SANTI NUOVO ARBITRO INTERNAZIONALE DI GOLF

Il veneziano ha superato il difficile percorso concluso al St. Andrews


VENEZIA - Il Triveneto si sta per arricchire di un nuovo Giudice Arbitro Internazionale di Golf, il Veneziano Paolo Santi. La sua nomina porta a tre il numero degli arbitri internazionali nella sez. zonale 3. Il giudice Santi (Veneto) va a completare la terna, con i già famosi Hans Paul Griesser (Alto Adige) ed Ermanno Steffan (Friuli). L’iter per poter essere ammesso ai difficili esami, ed il loro superamento, richiede un rilevante impegno. Per approdare al riconoscimento, gli esami si sostengono a St. Andrews, la cittadina scozzese, sede di una tra le più antiche università del Regno Unito, e conosciuta nel mondo come la “casa del Golf”. Per il riconoscimento, dicevo, è pretesa una conoscenza molto approfondita delle Regole del Golf, oltre ad una buona padronanza delle lingue. Da persona schiva qual è, Santi non ha voluto farmi un resoconto delle giornate, ma so che la commissione era composta dal gotha di St. Andrews: dieci membri capeggiati da David Rickman, direttore esecutivo - Regole e Equipment Standards del R & A. L’annuale raduno ha visto la partecipazione di 78 aspiranti, di cui due italiani, provenienti da 36 paesi dei cinque continenti. Tre giorni di full immersion, che hanno dato ai convenuti il momento propizio per approfondire diverse sentenze e discutere sulle attuali questioni in merito alle “regole”. Hanno vissuto un’esperienza bellissima, da tutti sognata, compresa l’opportunità di vivere l’interno di quell’edificio storico, il tempio del Golf. Certo, bisogna amare questo sport per apprendere appieno il significato della gioia che può venire dall’assaporare questa opportunità. Per un arbitro rappresenta il massimo approdo.

L'R & A è l’ente governativo per le Regole del Golf di tutto il mondo ad eccezione degli Stati Uniti e del Messico, le cui regole sono disciplinate dall’USGA.

Paolo Santi si è avvicinato al Golf nel 1998, e ne è stato subito affascinato. In particolare ad attrarlo è stato il mondo delle “Regole” di questo sport, unico che non può prescindere da una loro ponderosa mole, e che devono essere previste nei minimi dettagli. Di recente, oltre a rappresentare il direttore di torneo in importanti competizioni nazionali, si era fatto carico di tenere alta l’istruzione degli arbitri della nostra sezione, compreso il sottoscritto, con il suo modo urbano e paziente di trasmettere le nozioni.

Dalle pagine del giornale e da me in particolare, complimenti Paolo per la riuscita, ma anche per il tuo modo di porti ai giocatori, garbato seppur fermo, durante le partite. Auguri di tante soddisfazioni.

Paolo Pilla


Galleria fotograficaGalleria fotografica