Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Anche 30 euro in più al mese non solo pochi per chi ne guadagna 900"

"RENZI IN VISITA A TREVISO? UN'OCCASIONE SPRECATA"

Sindacati critici sui temi economici al centro del tour del premier


QUINTO - Sindacati trevigiani e veneti critici sulla visita ufficiale di Matteo Renzi a Treviso. “Un'occasione persa”. Così definisce la giornata del presidente del Consiglio nella Marca, Franco Lorenzon, segretario della Cisl Treviso Belluno. Per Lorenzon, Renzi ha sollevato questioni che “poteva tranquillamente illustrare in qualsiasi altra città”, mentre nell'incontro non sono stati evidenziati gli aspetti originali del territorio, come ad esempio una collaborazione tra associazioni imprenditoriali e sindacati con pochi eguali nelle relazioni industriali italiane. In più, all'incontro hanno partecipato big dell'economia che, secondo il leader provinciale della Cisl, negli ultimi mesi hanno annunciato consistenti esuberi, “dunque non vanno nella direzione dello sviluppo e dell'occupazione”.

Gerardo Colmarco, segretario regionale della Uil, boccia la proposta di puntare sugli sgravi alle imprese, piuttosto che sull'aumento dello stipendio netto ai lavoratori: “Renzi dice che in busta paga rimarrebbero non più di 30 euro? Per chi guadagna 900 euro al mese non è affatto una cifra indifferente”.

Anche Emilio Viafora, numero uno regionale della Cgil, non risparmia perplessità sull'aver incontrato gli industriali mentre non è stata concessa udienza ai delegati dei dipendenti Electrolux.

Proprio nella Marca, a Quinto, si è tenuto oggi l'attivo dei delegati di Cgil, Cisl e Uil del Veneto: oltre 600 operatori e quadri dei sindacati hanno discusso sui temi della democrazia e della rappresentanza, su quelli del lavoro e di una nuova politica economica.