Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, sistemati banchetti della Lega Nord in tutta la provincia

SABATO E DOMENICA RACCOLTA FIRME PER L'INDIPENDENZA DEL VENETO

La senatrice Patrizia Bisinella: "Ci aspettiamo tanta gente"


TREVISO - Anche nella Marca, sabato e domenica, 1 e 2 marzo, saranno tanti i banchetti della Lega Nord per raccogliere firme e presentare il referendum per l’indipendenza del Veneto. «Ci aspettiamo la partecipazione di tanta gente, anche di chi magari non intende votare Lega – dichiara la senatrice Patrizia Bisinella - ma che condivide la giusta istanza di autonomia del Veneto: basta essere considerati solo periferia dello Stato centralista. Solo votando “Sì” a questo referendum noi veneti, al pari di altri popoli che in Europa si stanno muovendo nelle stessa direzione, come baschi, catalani, scozzesi e fiamminghi, potremo fare da apripista anche per le altre regioni, decretando l’inizio della fine del centralismo romano che sta uccidendo il nostro tessuto economico e produttivo. Andare a votare “Sì” significa dare un segnale d’allarme, per una situazione che sta precipitando, significa dare un segnale politico preciso a una politica romano-centrica che tutt’ora resta indifferente ai drammi economici e sociali di questo Paese. Al di là di pregiudizi ideologici e politici, i veneti sono chiamati ad esprimersi per il loro futuro sociale ed economico».