Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Paese, lettera inviata al premier Renzi, Regione metterà a disposizione i medici

ZAIA CHIEDE UN VOLO UMANITARIO PER RIPORTARE A CASA GIULIA

La 26enne vittima di un incidente a Orlando lo scorso 29 gennaio


PAESE - Con una lettera inviata al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha chiesto di allestire con urgenza un volo umanitario per riportare a casa Giulia Bottacin, la giovane (26 anni) di Paese in provincia di Treviso ricoverata in coma dal 29 gennaio scorso a Orlando, negli Stati uniti, a seguito di un grave incidente stradale occorsole mentre era alla guida della sua auto. “Come accaduto per il professore padovano Cariolaro – sottolinea Zaia – intendiamo fare tutto quanto possibile per riportare a casa questa nostra sfortunata concittadina, come ormai è assolutamente necessario, alla luce delle sue condizioni cliniche e delle ingentissime e ormai insostenibili spese che la famiglia sta affrontando”. “Purtroppo – scrive tra l’altro Zaia a Renzi – Giulia, dopo aver superato la fase critica di rischio per la sopravvivenza, è ancora in coma e non è purtroppo possibile prevedere se tale stato sarà reversibile. In ogni caso un recupero della coscienza non avverrà in tempi brevi e Giulia avrà bisogno di diversi mesi di ospedalizzazione con cure intensive e la presenza dei familiari al suo fianco”. “Per le condizioni della ragazza – scrive ancora Zaia – non è possibile un trasferimento con volo di linea, bensì con un aeromobile appositamente attrezzato e sotto costante assistenza sanitaria. La Regione del Veneto – specifica Zaia – metterà a disposizione l’equipe medica e le attrezzature necessarie per il trasporto”. Una volta rientrata in Italia, Giulia Bottacin dovrebbe essere affidata alle cure degli specialisti dell’Ospedale Cà Foncello di Treviso. L’iter burocratico necessario è già stato espletato ed il Consolato d’Italia a Miami ha già inviato la relativa richiesta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.