Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Paese, lettera inviata al premier Renzi, Regione metterà a disposizione i medici

ZAIA CHIEDE UN VOLO UMANITARIO PER RIPORTARE A CASA GIULIA

La 26enne vittima di un incidente a Orlando lo scorso 29 gennaio


PAESE - Con una lettera inviata al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha chiesto di allestire con urgenza un volo umanitario per riportare a casa Giulia Bottacin, la giovane (26 anni) di Paese in provincia di Treviso ricoverata in coma dal 29 gennaio scorso a Orlando, negli Stati uniti, a seguito di un grave incidente stradale occorsole mentre era alla guida della sua auto. “Come accaduto per il professore padovano Cariolaro – sottolinea Zaia – intendiamo fare tutto quanto possibile per riportare a casa questa nostra sfortunata concittadina, come ormai è assolutamente necessario, alla luce delle sue condizioni cliniche e delle ingentissime e ormai insostenibili spese che la famiglia sta affrontando”. “Purtroppo – scrive tra l’altro Zaia a Renzi – Giulia, dopo aver superato la fase critica di rischio per la sopravvivenza, è ancora in coma e non è purtroppo possibile prevedere se tale stato sarà reversibile. In ogni caso un recupero della coscienza non avverrà in tempi brevi e Giulia avrà bisogno di diversi mesi di ospedalizzazione con cure intensive e la presenza dei familiari al suo fianco”. “Per le condizioni della ragazza – scrive ancora Zaia – non è possibile un trasferimento con volo di linea, bensì con un aeromobile appositamente attrezzato e sotto costante assistenza sanitaria. La Regione del Veneto – specifica Zaia – metterà a disposizione l’equipe medica e le attrezzature necessarie per il trasporto”. Una volta rientrata in Italia, Giulia Bottacin dovrebbe essere affidata alle cure degli specialisti dell’Ospedale Cà Foncello di Treviso. L’iter burocratico necessario è già stato espletato ed il Consolato d’Italia a Miami ha già inviato la relativa richiesta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.