Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

ASCOLTA AUDIO: La protesta di Carlo Martinelli contro l'Ente Parco del Sile

"ROGO DEA VECIA" A RISCHIO, MA L'AUTORIZZAZIONE CI SARÀ

Manca il via dell'Ente, Grigoletto: "Le firme arriveranno mercoledì"


TREVISO - Il pericolo è passato. Sembrava fortemente a rischio, a causa di un cavillo burocratico, il tradizionale processo e rogo dea vecia di metà quaresima che dovrebbe svolgersi a Treviso il prossimo 27 marzo. A denunciarlo sono stati gli organizzatori che hanno presentato all'Ente parco del Sile la documentazione necessaria, lo scorso 12 gennaio (un mese e mezzo fa), ma nonostante le rassicurazioni non hanno ancora avuto risposta positiva: l'autorizzazione dell'Ente è infatti fondamentale perchè la Questura dia il nullaosta per lo svolgimento dell'evento. Ma il vicesindaco Roberto Grigoletto ha assicurato che mercoledì verranno firmate tutte le carte necessarie per far sì che "el rogo dea vecia" si faccia. Per il processo il Comune ha già dato l'ok, e la vecia quest'anno rischiava di venire clamorosamente risparmiata dalle fiamme e tutto, curiosamente, per una firma mancante. A doverla apporre è il presidente dell'Ente parco che però non è ancora stato nominato dalla Regione, nè il suo predecessore, Diego Lonardoni, da facente funzione. "Prima mi hanno detto di presentare l'incartamento a Regione e al parco per presa visione - ha spiegato Carlo Martinelli, presidente dell'associazione "Amici al Ponte Dante"- poi quelli del parco, 20 giorni dopo mi hanno detto che se ne sarebbero occupati loro". Insomma è regnato il caos, ma la questione, stando a quanto assicurato dal vicesindaco Grigoletto, è destinata a concludersi nel migliore dei modi.
Le parole dei Carlo Martinelli, presidente dell'associazione "Amici al Ponte Dante".