Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Falciata e uccisa in via Bianchin Norma Bonafede, originaria di Trarego Viggiona

BADANTE INVESTITA A POSTIOMA: AUTOPSIA SUL CORPO DELLA 62ENNE

Indagato per omicidio colposo e omissione di soccorso un 58enne


PAESE – (gp) Verrà disposta l'autopsia sul corpo di Norma Bonafede la badante 62enne travolta da un'auto venerdì sera mentre percorreva a piedi via Bianchin, a Postioma di Paese. La donna, originaria di Trarego Viggiona (VB), era appena uscita dalla casa di un assistito e si stava recando a prendere l'autobus lungo la stretta via scarsamente illuminata come faceva ogni giorno. A investirla un libero professionista di 58 anni di Montebelluna il quale, come riferito anche da un testimone, si è fermato dopo aver sentito un colpo, 200 metri più avanti del luogo dell'impatto, e non notando nulla di anomalo sul ciglio della strada si è poi allontanato. Si pensava a un pirata della strada ma in realtà, proprio come riferito dagli agenti della Polstrada, l'uomo non si sarebbe reso conto di nulla e non avrebbe visto il corpo della donna finito nel fossato che costeggia la strada. Denunciato per omissione di soccorso e omicidio colposo, l'uomo è risultato inoltre del tutto sobrio e gli inquirenti sembrano essere propensi a qualificare il fatto come una tragica fatalità dovuta alla scarsissima visibilità nella zona. L'autopsia servirà proprio per chiarire la dinamica di quanto accaduto e delineare le eventuali responsabilità a carico del 58enne.