Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, “Facciamo come a Mogliano, dove esistono isole ecologiche condominiali"

PORTA A PORTA PER I CONDOMINI "SPERIMENTIAMO A SAN PAOLO"

Differenziata, la proposta del consigliere leghista Mario Conte


TREVISO - Un progetto sperimentale di raccolta rifiuti porta a porta tarato sui grandi condomini, che potrebbe partire in via sperimentale nel quartiere di San Paolo, dove sussistono in contemporanea tutte le tipologie abitative. E’ la proposta del consigliere comunale della Lista Gentilini Mario Conte, alla luce degli enormi disagi patiti per l’inizio della nuova differenziata in tutto il territorio comunale. “Ho raccolto in particolare le lamentele dei residenti di San Paolo, il mio quartier e- spiega Conte -. Nei condomini tipo il Biscione, con diverse decine di appartamenti, ci si sta trovando ad ospitare in casa o nel garage anche 5 grandi cassonetti per l’immondizia, che una volta esposti in strada creeranno un mare di bidoni non solo antiestetico ma anche difficilissimo da gestire. Questo perché l’Amministrazione comunale, che evidentemente conosce poco o nulla della geografia cittadina, ha concordato con Contarina la distribuzione a tutte le famiglie di cassonetti grandi ed ingombranti, senza prendere in considerazione il fatto che in un appartamento sono eccessivi ed inutili. Penso alla vecchietta che deve trascinare 30 chili di immondizia all’esterno di casa ed attraverso la rampa carraia… ma come si fa? Com’è possibile che il Comune non ci abbia pensato?”. Da qui la proposta di Conte: “Facciamo come a Mogliano, dove esistono isole ecologiche condominiali con chiavetta, e la gente vi conferisce i loro rifiuti. E’ più pratico avere un solo bidone o due per tutto il palazzo, con tariffa concordata con l’amministratore o i residenti. Ma ci vuole tanto? Perché Manildo non ha preso in considerazione questa ipotesi elementare, cui sono arrivate altre Amministrazioni? Chiedo perciò che la mia idea sia testata intanto a San Paolo, dove sussistono sia case singole che abbinate che grandi condomini, in modo tale da verificarne i costi e l’applicabilità. Questo sistema è più facile in un momento di avvio del nuovo porta a porta, e sarà più complesso nei prossimi mesi. Ma eviterebbe stuoli di bidoni enormi piazzati in strada in attesa di ritiro, e scongiurerebbe i disagi per la cittadinanza che già vive in spazi angusti. Si tratta solo di una proposta di buonsenso, e mi rendo disponibile ad aiutare il Comune affinchè sia attuata a San Paolo. Per il bene della cittadinanza, è il caso che Manildo rimedi presto al disastro che sta succedendo, prima che i cittadini arrabbiati gli riportino i bidoni nel cortile di Ca' Sugana”. 

Legambiente plaude alla differenziata. L'introduzione e l'avvio della raccolta differenziata porta a porta nel Comune di Treviso rappresenta una vittoria di civiltà, e finalmente il recupero di un ritardo organizzativo e purtroppo culturale che il Comune capoluogo ha sviluppato negli anni nei confronti del resto della provincia.

Secondo Legambiente Treviso l'avvio della raccolta porta a porta anche in città è una vittoria di civiltà, che rilancia la nostra provincia quale punta di eccellenza nazionale e internazionale per i risultati nella raccolta e nel riciclaggio. L'esperienza maturata dai Consorzi Priula e TV3 unita all'operatività del gestore Contarina rappresentano un modello studiato e portato ad esempio anche dalla Regione Veneto e dall'Italia.

 “Una buona notizia per la città ed i cittadini ed una sfida che la nuova Giunta deve affrontare con serietà ed intransigenza” dichiarano gli ambientalisti del cigno verde. Sono infatti le polemiche sul porta a porta in centro a Treviso di queste settimane a mettere sull'attenti i sostenitori da sempre di questo modello di raccolta dei rifiuti. Sull'argomento anche il coordinamento regionale di Legambiente interviene.