Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Domenica il referendum sull'unione tra Villorba e Povegliano

CON LA FUSIONE UN MILIONE E MEZZO DI RISORSE IN PIÙ ALL'ANNO

Il sindaco Marco Serena: "La stessa cifra solo raddoppiando le tasse"


VILLORBA - La fusione tra Villorba e Povegliano consentirebbe di accedere ad un milione e mezzo di contributi all'anno per i prossimi dieci anni. "Per ottenere la stessa cifra dovrei raddoppiare tutte le attuali aliquote fiscali", spiega il sindaco di Villorba, Marco Serena.  Domenica i cittadini dei due comuni saranno chiamati, con un referendum, ad esprimersi sul progetto di aggregazione. Per il sindaco l'unione è ormai l'unico sistema per far fronte a risorse ridotte per le amministrazioni locali e trasferimenti statali sempre più in calo.  Tra i vantaggi, la possibilità di riorganizzare il personale e di effettuare "in casa" servizi oggi appaltati all'esterno, con un risparmio di spese: "Ma anche il taglio di 22 seggiole con l'accorpamento dei consigli comunali - ribabisce Serena -. Si tratta di politici locali, che dunque costano molto poco, ma sarebbe comunque un segnale importante". 

Anzichè al recente precedente negativo di S. Polo e Ormelle, dove il voto popolare ha bocciato il progetto, il primo cittadino invita a guardare a casi dove l'operazione sta riuscendo, come le bellunesi Quero e Vas o Longarone e Castellavazzo. Soprattutto, Serena invita i concittadini ad andare a votare, qualunque sia il loro intendimento, per offrire alle amministrazioni un'indicazione chiara della volontà popolare. La consultazione si terrà dalle 7 alle 22, nei consueti seggi, dove bisognerà presentarsi muniti di tessera elettorale e di un documento di identità. Agli elettori sarà anche chiesto di esperimere un parere sul nome scelto sull'eventuale nuovo comune: Terralta Veneta.