Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sindacato a congresso, il segretario provinciale Elio Boldo verso la conferma

"NIENTE PREMI ED INTEGRATIVI ALTRIMENTI ANDIAMO ALL'ESTERO"

L'allarme della Fiom: sempre più aziende riducono i contratti


TREVISO - Sempre più aziende metalmeccaniche trevigiane puntano a rivedere al ribasso i contratti dei dipendenti per tagliare il costo del lavoro, riducendo o persino azzerando premi di produzione, integrativi aziendali ed altre voci variabili della retribuzione. A lanciare l'allarme è la Fiom di Treviso. Secondo il sindacato, in alcuni casi, si arriva addirittura a veri e propri ricatti e le industrie spiegano che, qualora non vengano accettate le condizioni, trasferiranno le produzioni all'estero.

Per i lavoratori, questi indici valgono circa 1.500 euro all'anno, su stipendi, precisano dal sindacato, già tutt'altro che astronomici.

Sono oltre 7mila gli addetti del settore licenziati in provincia negli ultimi cinque anni. In forte crisi anche le piccole aziende, sempre più in difficoltà a competere nel mercato. Per questo il sindacato delle tute blu sollecita forme di aggregazione tra le ditte.

La Fiom, con poco meno di 6mila iscritti, è la seconda categoria all'interno della Cgil trevigiana e la prima di “attivi” dopo i pensionati. L'organizzazione ha aperto il suo congresso provinciale, che si concluderà domani con il rinnovo dei vertici: il segretario generale Elio Boldo è destinato alla riconferma, per guidare anche nei prossimi quattro anni i metalmeccanici della Cgil.


Galleria fotograficaGalleria fotografica