Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato per atti persecutori e minacce il 45enne serbo Dragomir Vostic

AGGREDÌ LA COMPAGNA CON UN COLTELLO: TRE ANNI E DUE MESI

Vittima una badante romena di 42 anni: a lei 7.500 euro di risarcimento


MOGLIANO VENETO – (gp) Aggredì la sua compagna armato di coltello e venne bloccato dal coraggio e dalla protenzza di riflessi di don Marco Cescut, il viceparroco della chiesa Santa Maria Assunta di Mogliano Veneto intervenuto per salvare la donna. Un episodio che fece emergere una realtà di violenze quotidiane subite da una badante romena di 42 anni e che fece finire in carcere Dragomir Vostic, serbo di 45 anni. Finito a processo con rito immediato, l'uomo è stato condannato a tre anni, due mesi e dieci giorni di reclusione oltre al pagamento di 7.500 euro di provvisionale alla vittima, costituitasi parte civile con l'avvocato Diego Casonato, a titolo di risarcimento danni da quantificare poi in sede civile. L'uomo, difeso dall'avvocato Giovanni Autiero, aveva presentato una richiesta di revoca, o almeno di modifica, della misura di custodia cautelare in carcere. Richiesta rigettata dal giudice Michele Vitale anche a fronte del parere contrario del pm Barbara Sabattini, che aveva ipotizzato una condanna a quattro anni e sei mesi di reclusione.