Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato per atti persecutori e minacce il 45enne serbo Dragomir Vostic

AGGREDÌ LA COMPAGNA CON UN COLTELLO: TRE ANNI E DUE MESI

Vittima una badante romena di 42 anni: a lei 7.500 euro di risarcimento


MOGLIANO VENETO – (gp) Aggredì la sua compagna armato di coltello e venne bloccato dal coraggio e dalla protenzza di riflessi di don Marco Cescut, il viceparroco della chiesa Santa Maria Assunta di Mogliano Veneto intervenuto per salvare la donna. Un episodio che fece emergere una realtà di violenze quotidiane subite da una badante romena di 42 anni e che fece finire in carcere Dragomir Vostic, serbo di 45 anni. Finito a processo con rito immediato, l'uomo è stato condannato a tre anni, due mesi e dieci giorni di reclusione oltre al pagamento di 7.500 euro di provvisionale alla vittima, costituitasi parte civile con l'avvocato Diego Casonato, a titolo di risarcimento danni da quantificare poi in sede civile. L'uomo, difeso dall'avvocato Giovanni Autiero, aveva presentato una richiesta di revoca, o almeno di modifica, della misura di custodia cautelare in carcere. Richiesta rigettata dal giudice Michele Vitale anche a fronte del parere contrario del pm Barbara Sabattini, che aveva ipotizzato una condanna a quattro anni e sei mesi di reclusione.