Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La storia di Petrica finisce nel programma di Italia 1: dopo il servizio ottiene il TFR

LE IENE A TREVISO CON GIULIO GOLIA PER "IL RICATTO DEL TFR"

L'operaio: "I soldi solo se avessi ritirato la denuncia contro l'ex capo"


TREVISO – (gp) Dopo il servizio di Daniele Pelazza che aveva smascherato il “bordello di via Sant'Agostino” finendo per spedire a processo Bruna Zandonà, le Iene sono tornate a Treviso per una questione legata al mondo del lavoro e al comportamento tenuto da un sindacalista della Cgil. Protagonista del servizio di Giulio Golia andato in onda mercoledì 5 marzo e intitolato “il ricatto del TFR” è Petrica, un operaio assunto da un'azienda trevigiana che per quasi un anno è rimasto in malattia per essere sottoposto ad alcuni interventi chirurgici. Al ritorno in azienda sarebbe stato affrontato dal titolare che, stando a quanto racconta la vittima, gli avrebbe rifilato due pugni, uno in bocca e l'altro all'orecchio, perforandogli il timpano. Petrica decise così di denunciare ai carabinieri il suo capo per la presunta aggressione subìta. Il titolare dell'azienda, sempre secondo il l'operaio, l'avrebbe in seguito licenziato (per giusta causa e su questo punto non c'è nessuna discussione) dicendogli che non gli avrebbe versato il TFR entro i 30 giorni previsti per legge se non avesse ritirato la querela. “A noi sembra un ricatto bello e buono” sostiene Giulio Golia nel servizio. E qui entrerebbe in gioco il sindacalista della Cgil: Petrica si sarebbe rivolto in seguito al sindacato sentendosi però rispondere (la telefonata sarebbe stata registrata proprio da Petrica): “Siccome dobbiamo trovare un sistema per pacificare tutta la faccenda, ti ripeto: facciamo uno scambio. Lui ti dà i tuoi soldi subito, ti dà il tuo assegno, l'importante e che ritiri la denuncia”. L'inviato delle Iene si è così recato a parlare con il titolare dell'azienda (invano visto che non è stato ricevuto) e poi con il sindacalista il quale ha spiegato come sono andate le cose: “Ha diritto al TFR, certo. Sono dieci giorni che noi insistiamo con l'imprenditore per fargli ottenere questi soldi. Io non ho mai detto se ritira la denuncia, non scherza mica. Io sono sicuro di tutelare i lavoratori”. Golia a questo punto chiede: “Quello che c'è sembrato a noi è che lei fosse più interessato a fargli ritirare la denuncia che a fargli riavere il suo TFR”. Il sindacalista risponde: “Se ho dato quest'impressione mi dispiace e me ne scuso”. Fatto sta che dopo la visita delle Iene (era un venerdì), il lunedì successivo il TFR è comparso nel conto in banca di Petrica.