Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Polizia locale proseguirą con informazione e controlli anche nelle altre vie

TRENTA ALL'ORA IN CENTRO, DUE VIOLAZIONI IN UN MESE

Cala la velocitą sul Put interno: la maggioranza non va oltre i 40


TREVISO - I trevigiani hanno metabolizzato la “zona 30”. A poco più di un mese dall'istituzione del limite di 30 chilometri all'ora entro Mura, conclusa la prima tranche di monitoraggio con i rilevatori laser di velocità, il Comune traccia un bilancio: la gran parte degli automobilisti rispetta la soglia e la velocità media, in alcuni punti critici, è sensibilmente calata.

Dal 3 febbraio scorso, data di entrata in vigore dell'ordinanza, solo due persone sono state sorprese dalla Polizia Locale a pigiare davvero troppo sull'acceleratore e sono state sanzionate. Entrambe comunque hanno subito riconosciuto la loro colpa, giustificandola con la fretta.

I rilevamenti hanno dimostrato, spiegano da Ca' Sugana, come gli automobilisti si siano adeguati al rallentamento. In viale D'Alviano, rettilineo tra i più delicati, anche perchè vicino a numerose scuola, lo scorso luglio analoghi controlli avevano individuato un'auto sfrecciare a 82 chilometri l'ora ed altre tre tra i 60 e i 70. Chi correva a 30 all'ora è passato dal 5 al 26% del totale, e i tre quarti dei mezzi non andava a più di 40 all'ora, mentre in precedenza era il 38%. In via San Teonisto a rispettare i 30 è quasi la metà delle auto, contro il 27% di prima. Il limite dei 40 vale per l'84% dei passaggi. Anche in via Oriani il 38% dei veicoli viaggiava a non più di 30 all'ora, quota che sale all'84% se si considera la soglia di 40 all'ora.

“I cittadini, senza bisogno di multe, hanno compreso il significato del provvedimento – conferma il vicesindaco Roberto Grigoletto -. Ovvero tutelare pedoni e bici, ma anche rappresentare un tassello del più ampio progetto della pedonalizzazione”.

I controlli continueranno nei prossimi mesi, uniti all'opera di sensibilizzazione e di informazione da parte dei vigili, concentrandosi anche su altre vie oltre all'anello interno del Put.