Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 16enne si era allontanato durante il sopralluogo dei carabinieri

STUDENTE RUBA NELLA NOTTE TRE COMPUTER DALLA SCUOLA

Scassinate nella notte le porte antipanico di due istituti di Miane


MIANE - Aveva rubato dalla scuola tre computer portatili e un cellulare di un suo compagno. Un sedicenne è stato incastrato dai carabinieri di Col San Martino ed ha ammesso il furto dall'aula di informatica di tre pc portatili, marca Toshiba, Acer ed Hp e del cellulare, sfilato da una giacca appesa in corridoio.

L'intervento dei carabinieri è avvenuto dapprima presso le scuole medie del Comune di Miane e poi presso le adiacenti scuole elementari, ove ignoti la notte prima avevano forzato le porte antipanico. Se per le scuole elementari si trattava solo di un tentativo di furto, nelle scuole medie era stata forzata, oltre alla porta di ingresso, anche quella dell’aula di informatica da dove risultavano mancanti tre pc portatili.

Durante il sopralluogo dei carabinieri in orario scolastico, i militari sono stati avvicinati da uno studente che lamentava il furto del proprio cellulare, lasciato incustodito nella tasca del giubbino appeso in corridoio.

I sospetti dell'arma si sono da subito concentrati su alcuni studenti del medesimo istituto scolastico, in particolare nei confronti di un 16enne ripetente che, dopo l'arrivo dei militari, si era allontanato dalla scuola. Dopo averlo cercato invano per il paese e nella sua abitazione, il giovane in serata ha finalmente fatto ritorno a casa dove ad aspettarlo c'erano, oltre ai genitori, i militari. Accompagnato in caserma, il giovane ha ammesso i furti e accompagnato gli investigatori presso un casolare abbandonato dove aveva nascosto l’intera refurtiva del valore di ore 2.000 euro, che è stata poi restituita.

I carabinieri di Col San Martino, coordinati dal maresciallo Italo Ciancaglini, ritengono però che il giovane non abbia agito da solo e stanno quindi cercando di identificare l’ignoto complice . Non si escluda che possa essere un coetaneo del posto.