Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 16enne si era allontanato durante il sopralluogo dei carabinieri

STUDENTE RUBA NELLA NOTTE TRE COMPUTER DALLA SCUOLA

Scassinate nella notte le porte antipanico di due istituti di Miane


MIANE - Aveva rubato dalla scuola tre computer portatili e un cellulare di un suo compagno. Un sedicenne è stato incastrato dai carabinieri di Col San Martino ed ha ammesso il furto dall'aula di informatica di tre pc portatili, marca Toshiba, Acer ed Hp e del cellulare, sfilato da una giacca appesa in corridoio.

L'intervento dei carabinieri è avvenuto dapprima presso le scuole medie del Comune di Miane e poi presso le adiacenti scuole elementari, ove ignoti la notte prima avevano forzato le porte antipanico. Se per le scuole elementari si trattava solo di un tentativo di furto, nelle scuole medie era stata forzata, oltre alla porta di ingresso, anche quella dell’aula di informatica da dove risultavano mancanti tre pc portatili.

Durante il sopralluogo dei carabinieri in orario scolastico, i militari sono stati avvicinati da uno studente che lamentava il furto del proprio cellulare, lasciato incustodito nella tasca del giubbino appeso in corridoio.

I sospetti dell'arma si sono da subito concentrati su alcuni studenti del medesimo istituto scolastico, in particolare nei confronti di un 16enne ripetente che, dopo l'arrivo dei militari, si era allontanato dalla scuola. Dopo averlo cercato invano per il paese e nella sua abitazione, il giovane in serata ha finalmente fatto ritorno a casa dove ad aspettarlo c'erano, oltre ai genitori, i militari. Accompagnato in caserma, il giovane ha ammesso i furti e accompagnato gli investigatori presso un casolare abbandonato dove aveva nascosto l’intera refurtiva del valore di ore 2.000 euro, che è stata poi restituita.

I carabinieri di Col San Martino, coordinati dal maresciallo Italo Ciancaglini, ritengono però che il giovane non abbia agito da solo e stanno quindi cercando di identificare l’ignoto complice . Non si escluda che possa essere un coetaneo del posto.