Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 16enne si era allontanato durante il sopralluogo dei carabinieri

STUDENTE RUBA NELLA NOTTE TRE COMPUTER DALLA SCUOLA

Scassinate nella notte le porte antipanico di due istituti di Miane


MIANE - Aveva rubato dalla scuola tre computer portatili e un cellulare di un suo compagno. Un sedicenne è stato incastrato dai carabinieri di Col San Martino ed ha ammesso il furto dall'aula di informatica di tre pc portatili, marca Toshiba, Acer ed Hp e del cellulare, sfilato da una giacca appesa in corridoio.

L'intervento dei carabinieri è avvenuto dapprima presso le scuole medie del Comune di Miane e poi presso le adiacenti scuole elementari, ove ignoti la notte prima avevano forzato le porte antipanico. Se per le scuole elementari si trattava solo di un tentativo di furto, nelle scuole medie era stata forzata, oltre alla porta di ingresso, anche quella dell’aula di informatica da dove risultavano mancanti tre pc portatili.

Durante il sopralluogo dei carabinieri in orario scolastico, i militari sono stati avvicinati da uno studente che lamentava il furto del proprio cellulare, lasciato incustodito nella tasca del giubbino appeso in corridoio.

I sospetti dell'arma si sono da subito concentrati su alcuni studenti del medesimo istituto scolastico, in particolare nei confronti di un 16enne ripetente che, dopo l'arrivo dei militari, si era allontanato dalla scuola. Dopo averlo cercato invano per il paese e nella sua abitazione, il giovane in serata ha finalmente fatto ritorno a casa dove ad aspettarlo c'erano, oltre ai genitori, i militari. Accompagnato in caserma, il giovane ha ammesso i furti e accompagnato gli investigatori presso un casolare abbandonato dove aveva nascosto l’intera refurtiva del valore di ore 2.000 euro, che è stata poi restituita.

I carabinieri di Col San Martino, coordinati dal maresciallo Italo Ciancaglini, ritengono però che il giovane non abbia agito da solo e stanno quindi cercando di identificare l’ignoto complice . Non si escluda che possa essere un coetaneo del posto.