Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Troppi i 29mila voli previsti, ma Marchi non chiuderÓ tutto"

ORA UNA COMMISSIONE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL CANOVA

La chiede il sindaco Manildo dopo la bocciatura dell'ampliamento


TREVISO - Una commissione per studiare un possibile sviluppo sostenibile dell'aeroporto Canova. La propone il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, all'indomani della bocciatura da parte del ministero del piano di ampliamento delle strutture e dei voli dello scalo trevigiano. Per il primo cittadino, del resto, i 29mila decolli ed atterraggi previsti nel programma apparivano fin da subito eccessivi. Manildo sollecita dunque a valutare con attenzione quale possa essere la ricaduta sul territorio, anche in termini economici, della crescita del Canova. E per farlo propone un gruppo di lavoro di cui facciano parte anche rappresentanti delle amministrazioni comunali di Quinto e Zero Branco, gli altri due comuni interessati, ma anche tecnici di Save, la società che controlla gli aeroporti di Venezia e Treviso. Il sindaco si dice anche sicuro che Enrico Marchi, patron di Save, di fronte al “niet” non deciderà di trasferire tutta l'attività proprio al Marco Polo, come, già in precedenza, aveva minacciato di fare.