Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo per furto ed estorsione un 46enne di Istrana e un 34enne di Mogliano

"DACCI 200 EURO SE RIVUOI IL CELLULARE": IN DUE SOTTO ACCUSA

In aula i testi del pm confermano le accuse a carico degli imputati


MOGLIANO VENETO – (gp) Sembrava un gesto di cortesia ma si sarebbe trasformato in un ricatto. Accuse che gli imputati respingono, tanto da rifiutare qualsiasi rito alternativo, ma che rischiano di costare a entrambi una condanna a cinque anni di carcere. Il tutto per un telefono cellulare a cui è seguita, secondo la Procura, la richiesta di 200 euro per restituirlo al legittimo proprietario. Di fronte ai giudici del tribunale di Treviso sono finiti Paolo Bonotto, 46enne di Istrana difeso dall'avvocato Alessandra Nava, e Miho Neritan, 34enne di Mogliano Veneto difeso dall'avvocato Mauro Serpico. Due i capi d'accusa: furto ed estorsione aggravata in concorso. I fatti contestati risalgono alla sera del 31 marzo 2012 e al tardo pomeriggio del giorno successivo. Bonotto e Neritan si trovavano in un bar di Zerman quando la presunta vittima, un 37enne di Mogliano Veneto, entrò a bere qualcosa assieme a un amico e alle rispettive fidanzate. Il 37enne, inavvertitamente, avrebbe appoggiato il suo Nokia X3 sul bancone e sarebbe stato in quel momento che i due imputati, approfittando di un momento di distrazione, si sarebbero impossessati del cellulare. Il giorno successivo avrebbero contattato il proprietario del telefono dandogli appuntamento all'esterno del bar Verdi di Mogliano Veneto per restituirlo. Il 37enne, convinto che si trattasse davvero di un gesto di cortesia, si presentò all'appuntamento. Bonotto e Neritan però, dopo averlo minacciato, lo avrebbero costretto a sborsare 200 euro per riavere il cellulare. Almeno questo quanto raccontato dalla vittima e confermato ieri in aula dalle due ragazze presenti quel giorno sia a Zerman che a Mogliano Veneto. A fine novembre si torna in aula per la sentenza.