Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Como, alla guida di una Jaguar fiammante stava attraversando il confine italiano

LO FERMANO ALLA DOGANA CON LA SVIZZERA: IN TASCA 60MILA EURO

Nei guai imprenditore trevigiano di 60 anni, sequestrati 26mila euro


COMO - Un sessantenne imprenditore trevigiano è stato fermato alla Dogana italo svizzera di Como Brogeda alla guida della sua Jaguar perché trovato in possesso di 61.500 euro in contanti non dichiarati. Il sequestro è avvenuto al valico autostradale, in ingresso in Italia. L'imprenditore ha affermato di non avere merci o valuta da dichiarare, ma dal controllo è emerso che nelle tasche della giacca aveva 98 banconote di vario taglio per un totale di 61.500 euro. Del denaro trasportato illecitamente (per la legge è tale quello che eccede i 9.999 euro) è stato sequestrato immediatamente il 50%, per un importo di 25.750 euro, in attesa che il Ministero dell'Economia e delle Finanze definisca la sanzione da applicare al trasgressore, oggi variabile dal 30 al 50% della somma irregolarmente trasportata.