Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Atto dovuto per sequestrare gli autoarticolati e controllare i cronotachigrafi

AUTO SCHIACCIATA DA DUE CAMION: INDAGATI ENTRAMBI I CONDUCENTI

Le vittime sono Bruno Zanchetta, 65 anni, e Nocolaj Mengo, 29 anni


CASTELLO DI GODEGO – (gp) I due camionisti che in sequesnza hanno centrato l'auto di Bruno Zanchetta, ex vigile urbano bassanese di 65 anni, e di Nicolaj Mengo, cuoco 29enne di Caerano San Marco, sono stati iscritti nel registro degli indagati per l'ipotesi di reato di omicidio colposo. Un atto dovuto per consentire il sequestro degli autoarticolati (visto che la responsabilità del sinistro sembra tutta a carico della Lancia Y che non avrebbe rispettato uno stop immettendosi sulla regionale 245 provenendo da via Chioggia) e per disporre un supplemento d'indagine in merito alla velocità tenuta dai due mezzi. Se da un lato la dinamica risulta chiara, da approfondire rimane infatti la condotta di guida dei due camionisti (il 32enne romeno di San Donà di Piave Marian Bazdaga Benone, il primo a impattare con l'auto, e il 60enne di Romano d'Ezzelino Mario Cioffi, il secondo a entrare in contatto con l'utilitaria): il limite in quel tratto di strada è di 50 km/h e l'analisi dei cronotachigrafi potrà permettere di stabilire se ci siano state o meno anche loro responsabilità nell'accaduto. Di certo c'è che la Lancia Y è rimasta letteralmente stritolata tra i due camion, venendo completamente distrutta nell'impatto a tenaglia. Nulla da fare per i due dipendenti del ristorante “La Palma” di Mussolente. La polizia giudiziaria è stata anche incaricata dal pm titolare delle indagini di fotografare i due cadaveri per acquisire ulteriori elementi per stabilire l'esatta dinamica dello schianto.