Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La tragedia il 17 settembre alla "Pedemontana Marmi" di Cavaso del Tomba

UCCISA DA DUE LASTRE DI MARMO: IL MARITO PATTEGGIA TRE MESI

L'uomo in aula per omicidio colposo: vittima la 52enne Loretta Toffoli


CAVASO DEL TOMBA – (gp) Il marito di Loretta Toffolo, la 52enne originaria di Monfumo ma residente a Villa d'Asolo rimasta schiacciata da due lastre di marmo da 150 quintali nel piazzale della “Pedemontana Marmi”, ha ottenuto il patteggiamento a tre mesi di reclusione per omicidio colposo. Ad accoglierlo il gup Angelo Mascolo che non ha infierito, così come il pm, sul dramma di via Ponticello a Cavaso del Tomba, consumatosi il 17 settembre scorso. Dopo che in Procura era giunta la relazione dei tecnici dello Spisal in seguito al sopralluogo effettuato nella “Pedemontana Marmi”, le indagini avevano stabilito che le misure di sicurezza non erano state adeguatamente rispettate. Motivo per cui il titolare dell'azienda familiare, ovvero il marito della vittima, è risultato penalmente responsabile di quanto successo. la vittima si trovava nel piazzale dell'azienda assieme al marito. I sei operai, a quell'ora (erano passate da poco le 18.30), avevano già finito il proprio turno di lavoro ed erano andati a casa. Quando la donna si è avvicinata per vedere se il marito avesse finito il solito giro di controllo prima di chiudere l'azienda, le lastre di marmo le sono rovinate addosso non lasciandole scampo. I soccorritori del Suem di Crespano del Grappa, giunti sul posto in una manciata di minuti, non avevano potuto far altro che constatare il decesso della 52enne non potendo far nulla per strapparla a un destino così crudele.