Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì 14 marzo al Teatro Duse "Mio figlio era come un padre per me"

AD ASOLO IN SCENA I TRENTENNI E LA CRISI, SECONDO I FRATELLI DALLA VIA

Lo spettacolo dei vicentini Marta e Diego Dalla Via, premio Scenario 2013


ASOLO - “Se la prima generazione ha lavorato, la seconda ha risparmiato, la terza ha sfondato, quale compito e quale posto spetta a questa generazione? Noi – è l’amara risposta dei fratelli Dalla Via, di scena questa sera al Teatro Duse di Asolo – viviamo per arrivare primi e negare di avere vinto. Viviamo per riscrivere le nostre ultime volontà.” I vicentini Marta e Diego Dalla Via, lei 35 anni, lui 30, presentano il loro ultimo lavoro, Mio figlio era come un padre per me, premio Scenario 2013. In scena – come nella vita – sono una coppia di fratelli. Con sguardo lucido, ironico e a tratti cinico, i Dalla Via mettono in scena la generazione dei trentenni, alle prese con le loro contraddizioni, il raffronto-scontro con le generazioni precedenti e una perenne ansia da prestazione che li rende incapaci di vivere il presente.

Per uscire da questi crisi che ha “rovesciato addosso” lo specchio del benessere, architettano una soluzione ingenua e grottesca, l’omicidio dei genitori.

 

Con Mio figlio era come un padre per me, la rassegna Centorizzonti conferma la scelta di dare voce e spazio agli artisti veneti, con un occhio particolare nei confronti dei nomi emergenti, non ancora noti al grande pubblico, ma che, come nel caso dei Dalla Via, hanno già dimostrato il loro talento, raccogliendo numerosi premi e riconoscimenti. Marta ha ricevuto il premio Off del Teatro Stabile del Veneto come migliore interprete 2013.

 

Il programma di Centorozzonti prevede altri due appuntamenti nel mese di marzo: sabato 22 marzo, nella sala consiliare di Cavaso del Tomba, sarà la volta di Mario Perrotta, migliore interprete per il premio Ubu 2013, con il suo Italiani Cìncali, mentre domenica 30 marzo il Palamaser a Maser ospiterà Cirk di Pantakin Circoteatro questa volta esplicitamente dedicato a ragazzi e adulti insieme.

 

Per info: www.echidnacultura.it

 

Biglietti:

Intero 13 euro

Ridotto 10 euro