Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scarcerato il 40enne che ha distrutto una decina di vetture a Vittorio Veneto

AUTO SFASCIATE: AI DOMICILIARI COL BRACCIALETTO ELETTRONICO

VerrÓ processato a fine marzo: potrebbe dover pagare tutti i danni


VITTORIO VENETO – (gp) E' stato scarcerato, ma dovrà rimanere agli arresti domiciliari con un braccialetto elettronico al polso. Almeno fino al 31 marzo prossimo quando si terrà il processo per direttissima che lo vede imputato di danneggiamento aggravato, detenzione e porto illegale di arma. Lui è il 40enne di Vittorio Veneto finito in manette per aver distrutto a colpi di ascia nella notte tra mercoledì e giovedì una decina di auto, mandando in frantumi lunotti, finestrini, fanali e specchietti retrovisori. L'uomo, dopo il raid contro le vetture parcheggiate, ha anche preso di mira due ippocastani scalfendone i tronchi. Danni per un totale di oltre 10 mila euro che ora il 40enne potrebbe essere costretto a risarcire. Il Comune di Vittorio Veneto e i proprietari dei mezzi pare stiano formalizzando le denunce necessarie per chiedere un congruo risarcimento danni, se non in sede penale almeno in quella civile. Il 40enne, comparso di fronte al giudice Piera De Stefani, ha chiesto un termine a difesa, tramite il suo legale nominato d'ufficio dal tribunale, ottenendo di uscire di cella. Con ogni probabilità sceglierà un rito alternativo ma, visti i suoi precedenti penali (all'attivo ha un patteggiamento a cinque mesi di reclusione per aver incendiato un'auto nel garage del suo condominio danneggiandone altre due) sembra difficile che possa ottenere la sospensione condizionale della pena. Motivo per cui, a condanna definitiva, le porte del carcere per lui dovrebbero riaprirsi nuovamente.