Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La 26enne di Paese era stata vittima di un grave incidente stradale in Florida

DAGLI STATI UNITI AL CA' FONCELLO: GIULIA BOTTACIN TORNA A TREVISO

La madre, Daniela Bernardi: "Finalmente, è la fine di un incubo"


TREVISO - A conclusione del rimpatrio dagli Stati Uniti, Giulia Bottacin è stata accolta all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Dopo la valutazione in Pronto Soccorso è stata ricoverata nel reparto di Medicina d’Urgenza, da dove verrà appena possibile trasferita al Reparto di Medicina Riabilitativa. La paziente è stata trasportata a bordo di un Airbus A319 CJ del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare Italiana, decollato dall’Aeroporto di Tampa, Florida, venerdì pomeriggio alle 17 locali (le 22 italiane). A causa della chiusura per nebbia dell’aeroporto di Treviso, l’aereo è atterrato all’Aeroporto di Venezia, nonostante la scarsa visibilità, grazie ad un approccio strumentale di alta precisione. Durante il viaggio, l’assistenza sanitaria a bordo del velivolo è stata garantita da un medico e un’infermiera del Suem dell'Ulss 9. Il Suem ha anche curato l’allestimento sanitario del velivolo e il trasporto in ambulanza dall’aeroporto all’ospedale. Giulia Bottacin è affetta dai postumi di un grave trauma cranico, che richiederà un lungo percorso riabilitativo. Il trasporto si è svolto regolarmente, senza che si manifestasse alcuna complicanza. “E' finito un incubo” ha affermato la madre di Giulia, giunta stremata in Italia dopo due mesi di assistenza alla figlia negli Stati Uniti.