Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì 21 alle 18 sindaci e rappresentanti della società ricorderanno 900 morti

GLI AMMINISTRATORI LOCALI TREVIGIANI LEGGONO I NOMI DELLE VITTIME DI MAFIA

Iniziativa del Comune di Treviso e di Libera per la lotta a Cosa nostra


TREVISO - Novecento nomi letti da amministratori locali, sindacalisti, associazioni di categoria, enti e istituzioni della provincia per non dimenticare le vittime di mafia. L’iniziativa, promossa dal Comune di Treviso e dal coordinamento provinciale Libera di Treviso, si terrà venerdì 21 marzo alle 18 alla Loggia dei Cavalieri.

“Abbiamo dato al piano anticorruzione, approvato nei mesi scorsi, un senso non solamente burocratico, ma di profondo impegno soprattutto nella formazione. Tutti i fenomeni criminali non possono essere combattuti a livello di repressione ma solo attraverso un percorso di formazione: le mafie non devono trovare terreno fertile – commenta l’assessore alle politiche anticorruzione Anna Caterina Cabino .

“I segnali preoccupanti ci sono anche al Nord. Il distretto antimafia parla di forme di riciclaggio di denaro sporco. Luoghi come la provincia di Treviso, dove non vi è una grossa conflittualità, possono fungere da zone di recupero – commenta Andrea Dapporto del coordinamento provinciale Libera - Venerdì prossimo lanciamo l’idea di una partecipazione ampia della società civile, del sindacato, dei politici e degli enti locali che leggeranno 900 nomi di morti per mafia. Ognuno leggerà tre o quattro nomi e sarà un modo per parlare a tutta la cittadinanza. Dobbiamo essere attenti a questo fenomeno e rimpossessarci di una cultura profonda della legalità. C’è stata una forma di sottovalutazione in questi anni, ma la situazione di crisi sta creando ed evidenziando quanto siamo esposti a questo fenomeno e quindi si sta ricreando una coscienza intorno al fenomeno”.

All’iniziativa hanno già aderito il sindaco di Treviso Giovanni Manildo e l’assessore alla cultura Luciano Franchin.