Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fumata bianca dopo il colloquio tra i presidenti Zatta e Gavazzi

LA CELTIC SARĄ BIANCOVERDE, TROVATO L'ACCORDO TREVISO-FIR

Il Benetton continuerą, lo staff e la rosa concordati con Brunell


CALVISANO - Sarà ancora Treviso, insieme alle Zebre, a rappresentare l'Italia nella lega celtica. Dopo il fallimento dell'ipotesi Dogi, la franchigia che avrebbe dovuto riunire tutte le principali società venete, si è passati al piano B: ovvero la prosecuzione con la squadra che già nelle scorse quattro stagioni aveva partecipato al campionato italo-britannico. Con l'incontro tra il presidente della Federugby, Alfredo Gavazzi, e quello trevigiano, Amerino Zatta, tenutosi a Calvisano, si chiude, dunque, la telenovela che ha agitato gli appassionati in questi ultimi mesi. I due dirigenti avrebbero trovato un accordo di massima sui vari punti: la Fir, come annunciato, dovrebbe mettere sul piatto un contributo di circa 4 milioni di euro all'anno, mentre al momento  ancora da chiarire lo stanziamento biancoverde (nella passata stagione intorno ai 6 milioni tra club e gruppo Benetton). La conduzione tecnica sarà affidata ad un allenatore italiano (Umberto Casellato?), in accordo con lo staff del cittì azzurro Brunel, mentre come direttore sportivo si parla di Fabio Ongaro o Alessandro Moscardi, due ex Leoni. A Vittorio Munari dovrebbe essere riservato il ruolo di direttore generale della società. Organigramma e rosa dei giocatori saranno comunque definiti in una prossima riunione in programma già domani.

 

Questo il comunicato diffuso dalla Fir al termine dell'incontro tra i presidenti:

Questo Il presidente della FIR Alfredo Gavazzi ha incontrato oggi il Presidente della Benetton Treviso Amerino Zatta per valutare la prosecuzione dell’impegno della Società biancoverde nella competizione attualmente nota come RaboDirect PRO12 per il quadriennio 2014/2018.

Nel corso della riunione, il Presidente Gavazzi ed il Presidente Zatta hanno affrontato, trovando unità di vedute in merito, gli argomenti considerati da FIR di prioritaria importanza quali l’allineamento al sistema di gioco della Squadra Nazionale la necessità di definire insieme alla Società le figure di tecnici, manager ed atleti, l’opportunità di coinvolgere in modo diretto gli assistenti allenatori della Squadra Nazionale con le società di PRO12.

Un nuovo incontro verrà fissato al più presto per iniziare a definire la composizione della rosa e proseguire nel percorso di formazione della nuova franchigia.