Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'informatore farmaceutico giudicato colpevole del delitto della bancaria di Marcon

OMICIDIO MANCA: RENZO DEKLEVA CONDANNATO A 19 ANNI E 8 MESI

La Corte d'Appello ha ridotto di 8 mesi la sentenza di primo grado


VENEZIA – (gp) La Corte d'Appello di Venezia, confermando di fatto la sentenza di primo grado, ha condannato Renzo Dekleva a 19 anni e 8 mesi di reclusione per l'omicidio della moglie Lucia Manca. Una sentenza che riduce di otto mesi quella inflitta all'informatore farmaceutico di Marcon dal gup Marta Paccagnella (vent'anni e sei mesi di reclusione) in quanto l'accusa di soppressione di cadavere è stata derubricata nel semplice occultamento.

Il 53enne era chiamato a rispondere di omicidio volontario aggravato dal vincolo di parentela e dai futili motivi, aggravante poi non riconosciuta dal giudice, per aver ucciso la moglie Lucia Manca e poi di averne nascosto il cadavere sotto un viadotto a Cogollo del Cengio, nel vicentino.

I difensori di Dekleva, gli avvocati Pietro Someda e Stefania De Danieli, avevano chiesto l'assoluzione del loro assistito in quanto non ci sarebbero state prove per decretarne la colpevolezza.

Lucia Manca, impiegata alla filiale Antonveneta di Preganziol, anch'ella 53enne, era scomparsa il 7 luglio 2011: il suo corpo era stato ritrovato ai piedi del viadotto nel vicentino tre mesi più tardi, il 7 ottobre. Per la Procura di Venezia e per i Carabinieri che hanno condotto le indagini sarebbe stato proprio Dekleva ad ammazzare la consorte per poi tentare di disfarsi della salma gettandola dal ponte.