Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa un trentenne trevigiano: la vittima si è costituita parte civile

TORNA A CASA UBRIACO E STUPRA DUE VOLTE LA MOGLIE: A PROCESSO

In aula le audizioni di una dottoressa e un collega di lui, poi il verdetto


TREVISO – (gp) Le accuse nei suoi confronti sono pesantissime: violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. A rischiare grosso è un trentenne residente in un comune alle porte di Treviso trascinato in aula dalla moglie, con la quale è però in corso anche una causa di separazione. L'uomo, finito di fronte al gup Gioacchino Termini, ha chiesto e ottenuto di essere giudicato con rito abbreviato (che in caso di condanna permette lo sconto di un terzo della pena), subordinato però alle audizioni di due testimoni: una dottoressa esperta in consulenze matrimoniali e un collega di lavoro dell'imputato. Stando alle accuse mosse contro di lui dalla moglie, l'episodio più grave si sarebbe verificato all'inizio del 2013. L'imputato, stando a quanto sostenuto dal pm Massimo De Bortoli, titolare delle indagini, avrebbe fatto rientro a casa completamente ubriaco e avrebbe costretto la coniuge a subire un rapporto sessuale. Lei si sarebbe rifugiata in bagno dopo l'amplesso e l'uomo l'avrebbe raggiunta e stuprata una seconda volta. Lasciati sfogare gli istinti del marito, avrebbe poi trovato rifugio dai vicini di casa denunciando il fatto alle autorità. Una volta scattata l'inchiesta sarebbero emersi altri particolari burrascosi della loro vita di coppia, tanto da portare alla seconda contestazione, ovvero quella dei maltrattamenti. Una vicenda però poco chiara secondo la difesa che sostiene che i fatti, così come raccontati dalla presunta vittima, non si siano mai verificati. Si tornerà in aula a fine maggio.