Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rispetto ai 26 anni di condanne in primo grado, i giudici veneziani scendono a 14,5

FALSI STAGE AGLI IMMIGRATI: PENE DIMEZZATE DALLA CORTE D'APPELLO

Per l'accusa chiedevano tra i 4 e i 10 mila euro promettendo lavoro


TREVISO – (gp) Dopo i 26 anni di carcere complessivi inflitti in primo grado, la Corte d'Appello di Venezia ha dimezzato le condanne per il giro di falsi stage formativi in alcune aziende trevigiane del settore dentistico e odontoiatrico. I giudici veneziani, dopo che la Cassazione aveva annullato parte della prima sentenza d'appello accogliendo il ricorso dell'avvocato Stefano Pietrobon (escluse le aggravanti della transnazionalità e dell'ingente danno), hanno inflitto 6 anni e 4 mesi di reclusione a Severino Santarossa, ex carabiniere 57enne di Santa Lucia di Piave e titolare di una ditta omonima, 2 anni 8 mesi e 20 giorni alla moglie Hasna Mettiaoui, 36enne marocchina titolare della “Dental Service Italia” di Villorba, 3 anni e 10 mesi a Nabila El Ghadif, 33enne amministratrice della “Omega società cooperativa” di Marcon e 1 anno e 8 mesi al marito Ivano Tonon, 43enne di Visnadello di Spresiano e titolare della “Dental Prestation Italia” con sede in Marocco. Promettendo ai truffati un lavoro oltre a un tirocinio tramite la società cooperativa “Omega”, i quattro, secondo l'accusa, adescavano gli stranieri direttamente in Marocco e si facevano consegnare tra i 4 e i 10 mila euro a seconda delle pratiche da svolgere, che venivano poi anche consegnate all'Ufficio Immigrazione della questura di Treviso.