Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il primario Salvatore Valerio: "Con la laparoscopia miglior qualità di vita"

TUMORE ALLA PROSTATA, A TARZO ESPERTI A CONFRONTO

Domani un convegno promosso dal reparto di Urologia di Conegliano


TARZO - Quali sono, ad oggi, le migliori terapie per la cura del tumore alla prostata? Questo il tema al centro del convegno su “Tumore maligno della prostata: radicalità oncologica e qualità della vita”. L’evento, organizzato dall’Unità Operativa di Urologia dell’Ulss 7, al quale hanno aderito oltre 150 medici provenienti da tutte le regioni d’Italia, è in programma per domani, sabato 22 marzo, all'auditorium della Banca delle Prealpi di Tarzo: ad aprire i lavori sarà, alle 8.30, il direttore generale, Gian Antonio Dei Tos. “Da questo primo appuntamento monotematico organizzato sull’argomento nel nostro territorio – sottolinea Salvatore Valerio, presidente del congresso e primario dell’Unità Operativa di Urologia - mi aspetto un dibattito vivace tra fautori delle vecchie e nuove tecnologie, alla luce sia degli aspetti tecnici che della qualità della vita del paziente. Personalmente ritengo che il robot abbia, in ambito urologico, un suo campo di applicazione, ma che non rappresenti il sostituto di tutte le tecniche chirurgiche tradizionali e laparoscopiche: l’evoluzione della tecnologia, in particolare per la laparoscopia e la visione 3D, sono supporti spesso equivalenti all’applicazione del robot". Il tumore della prostata è oramai divenuto il tumore più frequente nel sesso maschile, rappresentando il 20% circa di tutti i tumori. Nei Paesi occidentali, l’incidenza del tumore prostatico, negli ultimi decenni, ha mostrato un costante aumento nel numero di casi. In Italia, parallelamente, è atteso un aumento nei prossimi anni: se nel 2012 il numero di nuovi casi è stato di 36.000, l’incidenza stimata, secondo il Registro italiano tumori, nel 2020 è di 44.000 nuovi casi e di 52.000 nel 2030.

Nell’Ulss 7, sulla base dei dati forniti dall’Unità Operativa di Anatomia Patologica, nel 2103 ci sono stati 171 nuovi casi di tumore alla prostata, distribuiti in modo omogeneo su tutto il territorio. “L’Unità Operativa di Urologia ha intensificato l’applicazione di tecniche mini invasive, in particolare l’asportazione della prostata in laparoscopia, che offre al paziente un minor rischio d’incidenza di incontinenza urinaria post operatoria e di disfunzione erettile, conseguenze che spesso rappresentano un limite importante per il paziente che deve considerare l’impatto sia della malattia che delle scelte terapeutiche sulla propria vita lavorativa, relazionale e affettiva”.