Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il primario Salvatore Valerio: "Con la laparoscopia miglior qualitą di vita"

TUMORE ALLA PROSTATA, A TARZO ESPERTI A CONFRONTO

Domani un convegno promosso dal reparto di Urologia di Conegliano


TARZO - Quali sono, ad oggi, le migliori terapie per la cura del tumore alla prostata? Questo il tema al centro del convegno su “Tumore maligno della prostata: radicalità oncologica e qualità della vita”. L’evento, organizzato dall’Unità Operativa di Urologia dell’Ulss 7, al quale hanno aderito oltre 150 medici provenienti da tutte le regioni d’Italia, è in programma per domani, sabato 22 marzo, all'auditorium della Banca delle Prealpi di Tarzo: ad aprire i lavori sarà, alle 8.30, il direttore generale, Gian Antonio Dei Tos. “Da questo primo appuntamento monotematico organizzato sull’argomento nel nostro territorio – sottolinea Salvatore Valerio, presidente del congresso e primario dell’Unità Operativa di Urologia - mi aspetto un dibattito vivace tra fautori delle vecchie e nuove tecnologie, alla luce sia degli aspetti tecnici che della qualità della vita del paziente. Personalmente ritengo che il robot abbia, in ambito urologico, un suo campo di applicazione, ma che non rappresenti il sostituto di tutte le tecniche chirurgiche tradizionali e laparoscopiche: l’evoluzione della tecnologia, in particolare per la laparoscopia e la visione 3D, sono supporti spesso equivalenti all’applicazione del robot". Il tumore della prostata è oramai divenuto il tumore più frequente nel sesso maschile, rappresentando il 20% circa di tutti i tumori. Nei Paesi occidentali, l’incidenza del tumore prostatico, negli ultimi decenni, ha mostrato un costante aumento nel numero di casi. In Italia, parallelamente, è atteso un aumento nei prossimi anni: se nel 2012 il numero di nuovi casi è stato di 36.000, l’incidenza stimata, secondo il Registro italiano tumori, nel 2020 è di 44.000 nuovi casi e di 52.000 nel 2030.

Nell’Ulss 7, sulla base dei dati forniti dall’Unità Operativa di Anatomia Patologica, nel 2103 ci sono stati 171 nuovi casi di tumore alla prostata, distribuiti in modo omogeneo su tutto il territorio. “L’Unità Operativa di Urologia ha intensificato l’applicazione di tecniche mini invasive, in particolare l’asportazione della prostata in laparoscopia, che offre al paziente un minor rischio d’incidenza di incontinenza urinaria post operatoria e di disfunzione erettile, conseguenze che spesso rappresentano un limite importante per il paziente che deve considerare l’impatto sia della malattia che delle scelte terapeutiche sulla propria vita lavorativa, relazionale e affettiva”.