Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oggi alle 20.30al Taliercio si disputa una gara molto delicata

REYER-CREMONA: IN PALIO PUNTI FONDAMENTALI PER I PLAYOFF

Markovski: "Manca Rosselli? Niente scuse", diretta su Veneto Uno


VENEZIA - Stasera alle 20.30 per l'Umana Reyer contro Cremona, al Taliercio, ci sono in palio due punti fondamentali nella corsa verso i playoff. Dopo la sconfitta di Sassari questa è diventata una partita da vincere senza se e senza ma, sulla quale coach Zare Markovski così si esprime. "A parte il fatto che ogni partita la si deve sempre vincere, in questo momento si ha altri pensieri per la testa, come l'assenza di Rosselli, il rendimento dei giocatori e il loro esprimersi nei migliori dei modi: solo così si è a metà dell'opera. A vincere ci penso durante la partita come ho sempre fatto, come contro Sassari e Milano, non voglio che succeda di chiedere scusa per esempio, per l'assenza di Rosselli. Nella cultura sportiva italiana solo chi vince viene rispettato, per gli altri, 'chi se ne frega', perché non c'è l'interesse di rispettare quelli che sono in difficoltà, anzi.”

 

Diretta su Radio Veneto Uno