Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 23enne veronese, per lesioni ai danni di un 16enne di Salzano, patteggia 20 giorni

ACCOLTELLAMENTO ALLO ZION ROCK CLUB: ALTRI VENTI GIORNI A CANEVA

Per le ferite a Eleonora Friso, una condanna a due anni e otto mesi


CONEGLIANO – (gp) Si è chiusa definitivamente, almeno a livello giudiziario, la vicenda dell'accoltellamento allo Zion Rock Club di Conegliano. Sul banco degli imputati c'era ancora una volta Giorgio Caneva, il 23enne veronese che è già stato condannato in via definitiva a due anni e otto mesi di reclusione (in primo grado era stato condannato a cinque anni) per lesioni gravissime nei confronti di Eleonora Friso, la ragazza padovana di 19 anni (all'epoca dei fatti) che venne accoltellata all'addome all'interno del locale. Quella sera del 21 novembre 2009 però la lama di Caneva, almeno questo sosteneva l'accusa, avrebbe colpito anche un altro ragazzo, Marco Bettio, residente a Salzano e ora 20enne. Una ferita alla schiena, fortunatamente molto meno grave di quella della Friso. Episodio per il quale Giorgio Caneva è tornato in aula difeso dagli avvocati Ernesto De Toni e Massimo Galli Righi e per cui ha ottenuto un patteggiamento a venti giorni di reclusione in continuazione con la precedente sentenza.