Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra un 34enne trevigiano: avrebbe minacciato la ex fidanzata e il suocero

"TI AMMAZZO E POI TI STRAPPO IL CUORE": A GIUDIZIO PER STALKING

La vittima si è costituita parte civile chiedendo un risacimento danni


TREVISO – (gp) Dopo la fine della loro storia d'amore, e della relativa convivenza, avrebbe reso la vita impossibile alla sua ex fidanzata tanto da costringerla a denunciare tutto alle autorità. Dopo essere stato sottoposto a un divieto di avvicinamento alla giovane, un 34enne trevigiano originario del Marocco è stato rinviato a giudizio per stalking, molestie, minacce e ingiurie non solo nei confronti della donna, che si è costituita parte civile con l'avvocato Alessandra Nava, ma anche del suocero. L'uomo, difeso dall'avvocato Luisa Gatto, ha sempre respinto le accuse preferendo non optare per alcun rito alternativo e professare la propria innocenza a dibattimento. Secondo la Procura di Treviso però le prove a carico del 34enne, basate sulla denuncia delle vittime, sarebbero schiaccianti. Dal novembre 2012 (quando la relazione tra i fidanzati venne troncata) al settembre 2013 si sarebbero susseguiti diversi episodi di minacce tutt'altro e persecuzioni tutt'altro che velate: “Ti ammazzo e ti strappo il cuore con le mie mani, non avrai più coraggio di uscire di casa, ti renderò la vita infernale, la pagherai per aver distrutto la vita a mio figlio” sono solo alcune delle frasi che il 34enne avrebbe pronunciato. L'episodio che fece scattare la denuncia, e successivamente il divieto di avvicinamento, è datato 24 settembre 2013: il 34enne avrebbe affiancato l'auto dell'ex fidanzata, le avrebbe sputato contro e poi le avrebbe fatto il segno di volerle tagliare la gola. Comportamenti di cui ora dovrà rispondere di fronte a un giudice.