Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra un 34enne trevigiano: avrebbe minacciato la ex fidanzata e il suocero

"TI AMMAZZO E POI TI STRAPPO IL CUORE": A GIUDIZIO PER STALKING

La vittima si è costituita parte civile chiedendo un risacimento danni


TREVISO – (gp) Dopo la fine della loro storia d'amore, e della relativa convivenza, avrebbe reso la vita impossibile alla sua ex fidanzata tanto da costringerla a denunciare tutto alle autorità. Dopo essere stato sottoposto a un divieto di avvicinamento alla giovane, un 34enne trevigiano originario del Marocco è stato rinviato a giudizio per stalking, molestie, minacce e ingiurie non solo nei confronti della donna, che si è costituita parte civile con l'avvocato Alessandra Nava, ma anche del suocero. L'uomo, difeso dall'avvocato Luisa Gatto, ha sempre respinto le accuse preferendo non optare per alcun rito alternativo e professare la propria innocenza a dibattimento. Secondo la Procura di Treviso però le prove a carico del 34enne, basate sulla denuncia delle vittime, sarebbero schiaccianti. Dal novembre 2012 (quando la relazione tra i fidanzati venne troncata) al settembre 2013 si sarebbero susseguiti diversi episodi di minacce tutt'altro e persecuzioni tutt'altro che velate: “Ti ammazzo e ti strappo il cuore con le mie mani, non avrai più coraggio di uscire di casa, ti renderò la vita infernale, la pagherai per aver distrutto la vita a mio figlio” sono solo alcune delle frasi che il 34enne avrebbe pronunciato. L'episodio che fece scattare la denuncia, e successivamente il divieto di avvicinamento, è datato 24 settembre 2013: il 34enne avrebbe affiancato l'auto dell'ex fidanzata, le avrebbe sputato contro e poi le avrebbe fatto il segno di volerle tagliare la gola. Comportamenti di cui ora dovrà rispondere di fronte a un giudice.