Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Approvati dal cda bilancio e piano industriale, assemblea dei soci il 26 aprile

VENETO BANCA VARA AUMENTO DI CAPITALE PER MEZZO MILIARDO

L'istituto chiude il 2013 con una perdita di 96,1 milioni di euro


MONTEBELLUNA - Veneto Banca lancia un aumento di capitale, ma chiude il bilancio con un "rosso" di 96 milioni. Il consiglio di amministrazione del gruppo montebellunese ha approvato all'unanimità il bilancio 2013 e le linee guida del piano industriale 2014- 2026/2018. Ora il documento dovrà essere ratificato dall'assemblea dei soci, convocata per il 26 aprile. La Popolare rafforza la dotazione patrimoniale promuovendo il reperimento delle risorse ritenute necessarie per il suo sviluppo attraverso un’operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la decisione di convertire il prestito obbligazionario convertibile di 350 milioni di euro nel semestre in corso, secondo le modalità previste nel regolamento del prestito. Proseguono regolarmente le attività volte alla migliore valorizzazione di Bim, attraverso la cessione del pacchetto di controllo.

Riguardo ai conti, Veneto Banca registra una sostanziale tenuta degli impieghi, a quota 26,4 miliardi di euro (con un calo del 1,7%, contro il -3,2% del sistema). Cresce la raccolta indiretta a 26,4 miliardi (+ 8,2%) e migliora l’indice di copertura complessivo dei crediti, che passa dal 4,35% di fine 2012 al 5,71% del 31 dicembre 2013. Tenendo conto degli stralci delle singole posizioni, l’indice di copertura sale al 7,40%.  In miglioramento anche l’indice di copertura delle sofferenze, ora al 53,35%. La crisi, tuttavia, si riverbera ancora sul risultato netto, in perdita per 96,1 milioni.

L'istituto ha deciso rettifiche di valore complessive per 459 milioni di euro, di cui 354 milioni sui crediti deteriorati, contro i 474 milioni di fine 2012. Il costo del credito si attesta all’1,64%. Il margine di intermediazione  si attesta a 1,1 miliardi di euro, in linea con il 2012, anno che ha segnato i migliori risultati nella gestione caratteristica della banca, confermando la capacità del gruppo di produrre ricavi.

Le commissioni nette aumentano del  10,5%, a fronte di un contenimento delle spese amministrative del 2,3%. Il gruppo vanta un patrimonio netto consolidato a 2,96 miliardi di euro (+ 4% rispetto a fine 2012) e punta a raggiungere un Cet 1 del 9,5% entro 30 giugno 2014, al di sopra della soglia minima richiesta dalla Bce. 

13.319 nuovi Soci nel 2013. Compagine sociale di 75.708 soci a fine esercizio, con 13.319 ingressi nel 2013, pari ad un incremento del 21,34%.