Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I dati all'inaugurazione della sede trevigiana di Cofidi veneziano

SI CONTRAE IL CREDITO ALLE IMPRESE, MA CRESCONO LE SOFFERENZE

Nella Marca finanziamenti a rischio per oltre 5 miliardi di euro


TREVISO - Continua a ridursi il credito alle imprese in provincia di Treviso. Negli ultimi tre mesi del 2013, i finanziamenti sono diminuiti del 4,6%, in linea peraltro con la media regionale. Nell'intero anno la contrazione è stata pari all'1,06%, rispetto ad frenata complessiva in tutto il Veneto del 3,19%. D'altro canto, crescono sofferenze ed incagli: i crediti deteriorati ammontano 5 miliardi e 377 milioni e rappresentano poco meno del 15% di tutti gli impieghi erogati in provincia. La quota di prestiti “a rischio” è aumentata del 21% rispetto al 2012 e nel 2008, all'inizio della crisi globale, costituiva il 9% del totale. Per contro, invece, le aziende trevigiane possono beneficiare di interessi migliori rispetto alle altre imprese della regione: per l'autoliquidazione il tasso medio praticato nella Marca è del 4,56% rispetto al 4,86 regionale, per i conti correnti di cassa a Treviso si paga circa il 6,57, mentre nel Veneto il 7,25.

Il quadro della situazione è stato tracciato dal direttore  Mauro Vignadel, in occasione dell'inaugurazione della nuova filiale di Treviso di Cofidi veneziano (che nella versione entroterra perde l'aggettivo nella denominazione). Il consorzio, specializzato nel fornire garanzie alle imprese che devono chiedere un finanziamento, conta 9.336 soci, di cui 510 nella Marca. Allo stato attuale ha in essere finanziamenti per quasi 262 milioni, di cui 29,3 nel trevigiano. L'obiettivo, ha spiegato il presidente Sandro Ravenna, è quello di raggiungere i 40 milioni nel 2014 e di quadruplicare il giro d'affari complessivo, fino ad un miliardo di euro in un prossimo futuro. Fondato nel 1959, Cofidi finora aveva concentrato i suoi uffici nel territorio veneziano: Treviso è la prima “succursale” (vi lavoreranno 5 addetti), a cui seguiranno Padova e poi le altre province del Nordest.