Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La fotografia della "lunga crisi" dell'Osservatori economico

AGROALIMENTARE, 500 POSTI IN PIÙ ANCHE IN PIENA CRISI

Unico settore in attivo tra assunzioni e licenziamenti dal 2008


TREVISO - Continua lo stillicidio di posti nella Marca. Con un'unica eccezione: l'agroalimentare. Tra il 2008 e il 2013, il comparto trevigiano vanta un saldo positivo di 500 unità tra licenziati e nuovi assunti. E' l'unico settore dell'economia nostrana in attivo: nel medesimo periodo l'edilizia ha perso 7.125 posti di lavoro, il legno-arredo quasi 6mila, il sistema moda 3.759. Con numeri più contenuti, ma comunque in contrazione anche gomma-plastica e macchinari industriali.

In totale, nel quinquenni, la platea dei lavoratori dipendenti si è ridotta di 24mila unità, mentre tra le imprese mancano all'appello 1.200 ditte nel manifatturiero e 1.400 nell'edilizia, con un calo del 50% delle compravendite di immobili residenziali dal 2007. Note positive arrivano dalle esportazioni, cresciute del 4,4% tra 2013 e 2012, anche se le vendite all'estero rimangono ancora inferiori ai livelli pre-crisi in vari settori. La filiera agro-alimentare si conferma in controtendenza anche per il coinvolgimento dei giovani: gli under rappresentano il 38% delle assunzioni effettuate nei cinque anni. Ma soprattutto, la percentuale è in crescita passando dal 35 al 40%.

Il quadro statistico è stato tracciato nel corso del seminario “Visto dai numeri e raccontata dal territorio. La lunga crisi e le sfide aperte”, promosso dall'Osservatorio economico di Treviso. Nella giornata sono stati presentati anche alcuni casi di imprese e di progetti avviati da associazioni di categoria che hanno avuto successo nonostante le difficili condizioni generali.