Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Spresiano, in casa aveva 12 piante, 150 grammi di "erba" e tutta l'attrezzatura

SERRA DI MARIJUANA IN TAVERNA DELLA VILLETTA DI FAMIGLIA

29enne arrestato dalle Volanti mentre i suoi dormono al piano di sopra


SPRESIANO - Si era da poco laureato in fisioterapia. Ma questo non era l'unico interesse di un 29enne di Spresiano: nella taverna della villetta, dove viveva con i genitori, aveva allestito una piccola serra di marijuana. A scoprirlo gli uomini della Squadra Volanti della Polizia: l'indagine è partita da un semplice controllo stradale, uno dei tanti messi in atto dalla Polizia nel fine settimana. Alle 2.20 di sabato, il giovane è stato fermato alla guida della sua auto, in viale Nino Bixio a Treviso, mentre, di ritorno da una serata in un locale di Silea, stava tornando verso casa. Con sé aveva meno di un grammo di stupefacente: le sue risposte evasive, però, hanno convinto gli agenti ad effettuare una sopralluogo nell'abitazione. E nel seminterrato i poliziotti hanno trovato sei piante già con l'infiorescenza, più altre sei in fase di crescita, all'interno di una piccola serra, con tutto l'occorrente per la coltivazione: lampade per il riscaldamento, termostati, vaporizzatori, diserbanti. Oltre a una decina di semi e ad alcuni vasetti con le foglie già essiccate: in tutto 150 grammi. La perquisizione si è svolta senza svegliare i genitori, che hanno continuato a dormire ignari al piano superiore e sono stati avvertiti solo in mattinata dell'accaduto. Il 29enne, figlio unico, ha ribadito di aver fatto tutto da solo, sottolineando come papà e mamma non si siano mai accorti di nulla. Ha anche sostenuto che la droga gli serviva per uso personale: un bilancino di precisione rinvenuto tra i suoi arnesi, tuttavia, potrebbe far sospettare anche un possibile spaccio. Saranno ora le verifiche sul suo telefonino ad accertarlo. L'ex universitario, intanto, è stato arrestato per coltivazione e produzione di stupefacenti e poi messi ai domiciliari, in quanto incensurato.

Poche ore prima, la stessa pattuglia, in via Tasso aveva fermato un 21enne di Villorba in possesso di due grammi di “ganja”: è stato segnalato alla Prefettura.