Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venezia quasi sempre costretta ad inseguire, inutile la rimonta finale

NIENTE DA FARE NEMMENO AD AVELLINO: REYER KO 82-78

Vujacic limitato a 7 punti, inutili i 25 di un sontuoso Andre Smith


AVELLINO - Il mal di trasferta non se ne vuole andare: la Reyer si ferma anche ad Avellino e la situazione di classifica torna a farsi complicata, anche se resta ai lagunari la differenza canestri. Andre Smith marca il cartellino con una bomba (0-3 al 2'). Al secondo tentativo Cavaliero va a segno dalla lunga e impatta sul 3 pari; la tripla del triestino fa il paio con quelle di Lakovic e Hayes (13-5 al 4'). La Scandone muove bene la palla in attacco, Ivanov sembra aver completamente superato il guaio al ginocchio e si a valere sotto le plance. Il jumper in equilibrio precario di Cavaliero manda su tutte le furie Markovski che è costretto a chiamare il primo time out del match (17-7 al 5'). Venezia ha gia esaurito il bonus falli e la Sidigas ne approfitta. Entra in campo anche Vujacic ma la musica non cambia con i biancoverdi che colpiscono ancora da tre con Hayes. Primi minuti anche per Lee Goldwire (al posto di Cavaliero) che va a prendersi cura di Giachetti. Intanto, nell'ultimo minuto del primo quarto, Vujacic la mette da tre (24-15 al 9') e Smith ne mette 5 consecutivi. Al primo riposo si va con Avellino avanti 26-20. Secondo quarto. Achara esordisce con la maglia dell'Avellino e recupera subito un rimbalzo difensivo. Lo scozzese e Goldwire provano a mettersi in mostra ma è Vujacic a colpire ancora: Venezia si porta a -4 (26-22 al 14'). Prima Thomas, poi Hayes e Ivanov, Avellino riesce a tenersi a distanza da Venezia (32-26 al 17'). La Scandone è con tre piccoli in campo (Lakovic, Goldwire e Foster) e Venezia si porta a -1. A un minuto dall'intervallo lungo arriva il primo canestro di Goldwire ma Venezia con la tripla di Pericolo mette il naso avanti. Alla sirena però Lakovic colpisce ancora da tre e così Avellino chiude in vantaggio la prima metà di gara, 37-36. Terzo quarto. Thomas e Cavaliero aprono le danze nel secondo tempo (45-40 al 23'). Il lungo avellinese è sugli scudi in questa prima parte del terzo quarto (ha già messo a segno 8 punti ed è a quota 16); Markovski chiama timeout. Si ritorna in campo ed è sempre Thomas a fare la voce grossa sotto le plance: il numero 5 avellinese segna subendo fallo (trasformerà anche il libero aggiuntivo) e Avellino vola avanti 56-46 al 28'. All'ultimo riposo si va con Avellino avanti 62-55. Ultimo quarto. Tripla di Goldwire (65-57) in apertura di ultima frazione. Arriva a quota 18 punti Cavaliero dopo l'ennesima bomba della serata ma Avellino va in blackout e Vitucci è costretto a chiamare il minuto di sospensione (70-68 al 35'). La gara si accende. Smith, il migliore di Venezia, è a 4 falli. Lakovic ruba un prezioso pallone proprio dalle mani del connazionale Vujacic per servire dall'altra parte del campo Hayes che vola a canestro per il +5 Avellino. È timeout per Markovski (75-70 al 38'). Nell'ultimo minuto Avellino gioca al limite dei 24" gestendo il cronometro e il gioco, portando così a casa i due punti e la vittoria che mancava da 5 giornate.

 

AVELLINO: Thomas 26, Cavaliero 22

VENEZIA: Smith 25, Vitali 15