Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due libri sulle tradizioni degli oriundi veneti in Brasile della giornalista Giorgia Miazzo

"SCOPRENDO IL TALIAN" E "CANTANDO IN TALIAN"

Il filo conduttore? tradizione, usi, costumi, la musica e la lingua


TREVISO - "Scoprendo il talian" e "Cantando in Talian": questo il titolo di due libri sulle tradizioni degli oriundi veneti in Brasile di cui è autrice la giornalista padovana Giorgia Miazzo (nella foto), formatrice linguistica, interprete e traduttrice. Cantando in talian è il titolo di un progetto di ricerca, svolta in Italia e nel Brasile meridionale, relativa tanto al fenomeno dell’immigrazione veneta in quel grande Paese sudamericano, quanto all’eredità culturale del popolo oriundo nelle nuove terre. La tradizione, gli usi, i costumi, la musica e soprattutto la lingua costituiscono tuttora il filo conduttore tra le fasi di migrazione del XIX e XX secolo e le nuove generazioni di discendenti. Nel Veneto moltissimi giovani, padri, o addirittura intere famiglie hanno lasciato il paese natio per recarsi in continenti lontani, alla ricerca di speranze e opportunità. In pochi decenni, tra il 1870 e il 1950, più di un milione di persone ha abbandonato la propria terra e le proprie certezze per recarsi in Brasile confidando nella “cuccagna” che la tanto decantata “Mèrica” avrebbe potuto offrire. Si sono così insediate nel Sud del mondo, portando con sé tradizioni, canzoni, nomi e anche la nostalgia per la patria lontana. Non è difficile individuare città dal nome “nostrano”, come Nova Bassano, Nova Padova o Nova Veneza oppure cognomi quali Girardi e Marostica. Con l’emigrazione veneta in Brasile si è sviluppato il talian, lingua oriunda nata dalla fusione dei dialetti triveneti che ha mantenuto il valore della comunità e della condivisione pure attraverso la musica.

Con l’intento di stimolare una curiosità cosciente della storia e della cultura del nostro territorio, Giorgia Miazzo ha recentemente dato alle stampe un’opera ponderosa, ripartita in due volumi:

Scoprendo il talian. Viaggio di sola andata per la Mèrica e Cantando in talian. Imparar el talian co la mùsica.

Tale iniziativa editoriale giunge ora in libreria ed è nata da un progetto che ha ottenuto due prestigiosi riconoscimenti: nel 2012 il Premio Internazionale Globo Tricolore, promosso dalla Presidenza della Repubblica Italiana e dalla Rai; nel 2013 il Premio per la miglior tesi delle Discipline Umanistiche, assegnato dal Consiglio della Regione Veneto.

Scoprendo il talian. Viaggio di sola andata per la Mèrica

Il libro analizza la storia dell’emigrazione veneta a partire dal 1870, rappresentata tramite il lascito delle tradizioni e della musica, e propone racconti di vita che evidenziano usi e saperi veneti mediante la valorizzazione della cultura e della lingua.

Cantando in talian. Imparar el talian co la mùsica

Il libro si propone come strumento didattico su due livelli per insegnare il talian, idioma nato dalla fusione dei dialetti triveneti e parlato ancora oggi da più di un milione di italo-brasiliani, attraverso l’utilizzo di musica, letture e focus culturali, dai quali emerge un contesto ricco di tradizioni.

L'autrice. Giorgia Miazzo, padovana, si è laureata in Mediazione Linguistica nel 2004, per poi conseguire nel 2006 la laurea magistrale in Traduzione Tecnico-Scientifica. Nel 2012 si è laureata in Scienze del Linguaggio. Perfezionatasi in ambito linguistico presso le università brasiliane UFSC di Santa Catarina e UERJ di Rio de Janeiro, è formatrice linguistica, interprete, traduttrice e giornalista.