Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novitą di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A settembre venne scoperto dai carabinieri a coltivare 15 piante di cannabis

SERRA DI MARIJUANA IN GARAGE: UN ANNO A UN 21ENNE DI RIESE

Nell'abitazione i militari trovarono anche 400 grammi di stupefacente


RIESE PIO X – (gp) Se l'è cavata con una condanna a un anno di reclusione per detenzione di sostanze stupefacenti, ottenendo anche la sospensione condizionale della pena. Un esito che potrebbe pure portare la difesa, rappresentata dall'avvocato Alessandra Nava, a decidere di non presentare nemmeno ricorso in appello. Alla sbarra, di fronte al gup Umberto Donà, c'era un 21enne di Riese Pio X, che oltre al pollice verde è anche una giovane promessa del calcio di Marca. Ma il suo “vizio” potrebbe finire per portarlo a fare a pugni con la carriera che sogna da quando era bambino. Ad arrestarlo nel settembre scorso erano stati i carabinieri di Riese Pio X i quali, durante un controllo, lo avevano trovato in possesso di qualche grammo di marijuana. Nella successiva perquisizione domiciliare, i militari avevano trovato in garage una serra per coltivare la cannabis. In tutto vennero poste sotto sequestro 15 piante e poco più 400 grammi di marijuana già essiccata. Ma quel che più impressionò le forze dell'ordine furono gli strumenti che il giovane calciatore aveva a disposizione. Nell'abitazione in cui il 21enne vive con i genitori, i carabinieri trovarono un vero e proprio laboratorio di coltivazione di cannabis indica, dal seme fino all'essiccazione delle piante mature. Secondo l'accusa il 21enne era in possesso di una serra che utilizzava per facilitare la maturazione della marijuana, munita di luci speciali in grado di produrre anche la giusta temperatura. La luce esterna era schermata e quella interna invece potenziata grazie a un tessuto rifrangente. Nel laboratorio venne inoltre ritrovato un rettilario (ovvero una gabbia in vetro destinata ai rettili) che il giovane aveva adattato per poter far germogliare i semi. Una volta spuntate, le piantine venivano poi trasferite in vasi che venivano a loro volta posti nella serra principale dedicata alla coltura intensiva.