Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gip rigetta il ricorso presentato da Nicola Vendraminetto e Paride Danieli

RISSA ALLA FESTA SUI BASTIONI: IL CASO ARCHIVIATO DOPO SETTE ANNI

Sotto accusa c'erano dodici ragazzi dell'estrema destra trevigiana


TREVISO – (gp) La magistratura trevigiana ha messo la parola fine all'inchiesta in merito alla rissa scoppiata alla Festa sui Bastioni. Il gip Gioacchino Termini, a sette anni dall'episodio, ha infatti archiviato il fascicolo aperto a seguito della denuncia presentata da due giovani dell'Ubik Lab, che aveva organizzato la festa, contro dodici persone appartenenti alle frange cittadine dell'estrema destra. Era il 25 maggio 2007 e quella rissa venne raccontata come un assalto in piena regola con una ventina di ragazzi armati di spranghe e cinghie che si sarebbero lanciati contro i coetanei del gruppo di sinistra. Sul posto, per dividerli, arrivarono polizia e carabinieri. Molti giovani furono portati al pronto soccorso: tra loro c'era anche Nicola Vendraminetto, attuale portavoce del collettivo Ztl, che venne medicato alla fronte riportando ferite giudicate guaribili in dieci giorni di prognosi. Proprio Vendraminetto, assieme a Paride Danieli, presentarono nel giugno scorso opposizione all'archiviazione, facendosi assistere dall'avvocato Giuseppe Romano. La Procura di Treviso infatti, non avendo prove per sostenere un'accusa a processo, aveva deciso di chiudere la vicenda e lasciare senza colpevoli quella rissa. Ma dopo aver fatto nomi e cognomi nella denuncia (che si affiancava alle denunce fatte partire dalla Digos), i due esponenti dei centri sociali volevano andare in fondo alla questione chiedendo giustizia e un supplemento di indagini. Ma la prescrizione ha bloccato tutto: i fatti contestati si sono estinti nel maggio 2013, dopo sei anni. Motivo per cui il giudice ha chiuso il caso archiviando il fascicolo.