Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Discredito verso chi da sempre non ha paura a chiederla l'autonomia con forza"

GIANCARLO SCOTTÀ: "GIUSTIZIA AD OROLOGERIA CONTRO I VENETI"

L'europarlamentare: "si vuole imbavagliare la nostra coscienza"


BRUXELLES - "Il vero terrorismo è quello di una giustizia ad orologeria che, a poche ore di distanza dall´approvazione in Commissione affari istituzionali della Regione Veneto di due ordini del giorno sulla possibilità di un referendum per l'autonomia e l'indipendenza della nostra terra fa scattare le manette per 24 cittadini, indagati in realtà addirittura dal 2012. Ora e solo ora che si era messo in moto un processo democratico e legale che risponde ai desideri di milioni di cittadini". Queste le parole dell´On. Giancarlo Scottà, eurodeputato del Gruppo ELD - Lega Nord, a commento della notizia sulle indagini riguardanti 27 indipendentisti, di cui 16 veneti. "Al di là delle responsabilità oggettive, ancora da verificare, dubito fortemente che persone come Franco Rocchetta, da oltre 30 anni in prima linea per i diritti dei Veneti, possano avere anche lontanamente potuto ipotizzare di ricorrere ad azioni di forza. Quello di stamattina non è solo l´arresto di presunti terroristi, ma un segnale che lo Stato Italiano manda al popolo Veneto: guai a voi se pensate di poter fare da soli! La dimostrazione che, seppure intenzioni violente debbano essere condannate, con questo atto, caduto a fagiolo, si vuole imbavagliare la nostra coscienza e le nostre convinzioni. Questo Stato non vuole solo ignorarci, vuole cancellarci". "Ora che moltissimi Veneti, tra cui anche io stesso, si sono espressi a favore dell´indipendenza, ora e solo ora che la Lega Nord ha riconquistato la fiducia dei nostri cittadini, si getta discredito verso chi da sempre quell´autonomia e quell´indipendenza non ha paura a chiederla con forza. Questo è terrorismo psicologico. Anzi, questo è il vero terrorismo".