Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il primo cittadino favorevole all'autonomia: "La Costituzione ci da delle possibilitą"

MANILDO: "L'INDIPENDENTISMO NON Č LA CURA AL DISAGIO DEL TERRITORIO"

"Aldilą degli eccessi, č innagabile il forte disagio di tutto il territorio"


TREVISO - “Penso non sia il momento di commentare le azioni della magistratura. Resta comunque una vicenda grave. La cura alla necessità di una maggiore autonomia del territorio non è l’indipendentismo che anzi credo, nelle sue esasperazioni, debba essere fermato. Il tema del disagio economico e sociale del Veneto deve essere però affrontato. Penso che invece di esasperare le istanze indipendentiste, debbano essere cercate altre strade in grado di condurre ad una maggiore autonomia. La Costituzione, attraverso l’articolo 132, ci da delle possibilità: si può per esempio pensare alla fusione di Regioni esistenti, nel caso del Veneto con il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia. Aldilà degli eccessi a cui stiamo assistendo, è innagabile il forte disagio di tutto il territorio regionale. Per questo le richieste dei sindaci dei comuni della Marca e dei capoluoghi veneti, sintetizzate nel Manifesto dei sindaci, assumono un valore ancor più rilevante. Più che alla tesi indipendentista guarderei alle proposte dei comuni che a fronte della rinuncia ai trasferimenti statali chiedono piena autonomia finanziaria con Imu e Tasi e totale responsabilità comunale. Questa è l’autonomia che chiediamo. Non è il momento di dividere, ma di trovare delle soluzioni che contemplino da un lato l’unità del nostro paese e dall’altro le crescenti necessità di autonomia dei territori, il tutto ponendoci in un’ottica di relazione virtuosa con l’Europa”.