Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa Clara e Martina Rita Asibor, 39 e 33 anni, per induzione e sfruttamento

LUCCIOLA SCHIAVIZZATA PER MESI: IN AULA DUE SORELLE NIGERIANE

A trascinarle in tribunale una connazionale di appena 18 anni


MOGLIANO VENETO – (gp) Per sei mesi è stata schiavizzata da due connazionali e costretta a prostituirsi lungo il Terraglio e a versare alle sue aguzzine tutti i soldi delle prestazioni sessuali. A salvare una 18enne nigeriana è stato un controllo della Polizia Stradale di Treviso che ha dato la possibilità alla giovanissima lucciola di sfogarsi e denunciare tutto. Era il novembre del 2006 quando i poliziotti raccolsero la testimonianza della 18enne la quale, trasferita in una struttura protetta a Cremona, ha permesso di mandare a processo due sorelle nigeriane di 39 e 33 anni, Clara e Martina Rita Asibor. Le due sono accusate di induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Il quadro accusatorio dipinto dalla Procura di Treviso nei loro confronti è agghiacciante: la giovanissima vittima pare sia giunta in Italia con la prospettiva di un lavoro ma, una volta giunta a Mogliano Veneto, sarebbe stata rinchiusa in un appartamento di via Ragusa. Lì le due sorelle l'avrebbero minacciata di morte quasi quotidianamente, l'avrebbero fatta rimanere in ginocchio senza mangiare per ore per costringerla a prostituirsi, l'avrebbero inoltre portata ogni giorno sul luogo di lavoro (tra Frescada e Preganziol lungo il Terraglio) e avrebbero controllato che non si desse alla fuga. In più si sarebbero intascate tutti i proventi dell'attività di prostituzione della giovane (in tutto 11 mila euro in meno di sei mesi) e ulteriori 200 euro a settimana per “l'affitto” del tratto di strada in cui esercitare. Una situazione che si è sbloccata soltanto grazie all'intervento della Polizia.