Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'avvocato dell'elettricista di Casale di Scodosia commenta l'interrogatorio

MOROSIN: "L'INCHIESTA FINIR└ NEL NULLA, FLAVIO CONTIN ╚ SERENO"

Il 71enne aveva preso parte all'assalto al Campanile di San Marco


TREVISO – (gp) Flavio Contin, il 71enne elettricista in pensione di Casale di Scodosia che attualmente si trova agli arresti domiciliari, si è avvalso della facoltà di non rispondere nel corso dell'interrogatorio di garanzia. Una linea difensiva comune agli altri indagati nell'inchiesta della Procura di Brescia che ipotizza il reato di associazione terroristica con finalità di eversione dell'ordinamento democratico. L'avvocato Alessio Morosin, che difende Contin come aveva fatto anche nell'ambito del secondo filone dell'inchiesta (poi conclusosi con un'assoluzione) riguardo all'assalto al Campanile di San Marco del 1997, giudica eccessive le misure cautelari a cui è stato sottoposto non solo il suo assistito, ma anche le altre 23 persone colpite dall'ordinanza firmata dal gip di Brescia. Nessuna richiesta di modifica della misura cautelare e nessuna dichiarazione spontanea è stata resa da Contin. L'avvocato Morosin preferisce infatti studiare nel dettaglio le carte dell'inchiesta e presentare ricorso al tribunale del Riesame nei prossimi giorni.