Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 60enne di Agna, considerato il leader del gruppo "Alleanza", non risponde al gip

LUIGI FACCIA: "SONO VENETO, MI DICHIARO PRIGIONIERO DI GUERRA"

L'avvocato Arman: "Lo Stato cerchi una trattativa, non lo scontro"


VICENZA - “Come responsabile del Veneto Fronte di Liberazione, servitore della Veneta Serenissima Repubblica mi dichiaro prigioniero di guerra”. Sono le uniche parole pronunciate nel corso dell'interrogatorio di garanzia da Luigi Faccia, il 60enne di Agna considerato dagli inquirenti il leader del gruppo “Alleanza”. Difeso dagli avvocati Andrea Arman e Alessandro Zagonel, l'ex serenissimo si è avvalso della facoltà di non rispondere dimostrandosi però determinato, come riferiscono i legali, a portare avanti i suoi ideali di indipendenza. A testimoniarlo la piccola schermaglia con il giudice e la cancelleria quando, al momento delle generalità, Faccia ha risposto alla domanda sulla propria nazionalità dichiarandosi veneto. I legali del leader dei “secessionisti” arrestati dal Ros hanno preferito non rilasciare ulteriori commenti in merito all'inchiesta, visto che la mole di documenti da studiare è ampia. L'avvocato Arman ha però sottolineato che, considerando i precedenti storici che riguardano il Veneto, lo Stato italiano farebbe bene a prendere in considerazione le istanze dei veneti e di cercare una trattativa e non lo scontro.