Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pieve, smascherato da un farmacista, il medico non voleva più prescrivergliele

PER AVERE GLI ANTIDEPRESSIVI FABBRICA RICETTE MEDICHE FALSE

Denunciato per falso rappresentante 42enne di Conegliano


PIEVE DI SOLIGO - Per ottenere in farmacia degli antidepressivi che il suo medico curante non voleva più prescrivergli ha pensato bene di creare ricette false con tanto di timbro, fatto realizzare appositamente. Il trucco escogitato da un rappresentante 42enne di Conegliano è stato scoperto da un farmacista di Pieve di Soligo, insospettito dalla frequenza con cui l'uomo si era presentato da lui per acquistare gli ansiolitici. L'ultima volta, sabato scorso, il medico ha controllato attentamente la ricetta presentata dal 42enne, notando che probabilmente era falsa: la firma della prescizione era di un medico di Padova. Sul posto è immediatamente intervenuta una pattuglia dei carabinieri: i militari hanno verificato che il medico a cui era da ricondurre la ricetta non conosceva minimanente il 42enne ed aveva peraltro studio a Sacile e non nel capoluogo patavino. A bordo dell'auto dell'uomo sono state recuperate altre ricette false, un timbro che il rappresentante aveva fatto realizzare appositamente in una tipografia e le tre confezioni di antidepressivi che aveva acquistato nelle precedenti occasioni presso la farmacia di Pieve di Soligo. Il 42enne, cui è stato sequestrato questo materiale, è stato denunciato per falso materiale commesso da privato.