Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il collettivo: "Stanno cercando di intimorirci con iniziative al limite del lecito"

NUOVO FOGLIO DI VIA: RUGGERO SORCI PER TRE ANNI LONTANO DA TREVISO

Allontanamento per l'attivista di Ztl, il precedente annullato dal Tar


TREVISO - Nuovo foglio di via per Ruggero Sorci. L'attivista del collettivo Ztl Wake Up era già stato sottoposto ad un provvedimento simile da parte della Questura, emesso lo scorso novembre, in seguito alle occupazioni di immobili insieme ad altri esponenti del gruppo. La misura era, però, stata annullata a marzo dal Tar e Sorci aveva potuto trasferire la sua residenza da Ponzano a Treviso. Lo scorso 4 aprile, il nuovo decreto di allontanamento, della durata di tre anni.

A comunicarlo gli stessi rappresentanti di Ztl: "Siamo oramai caduti nel ridicolo: Ruggero non può entrare nel comune in cui è residente! La polizia sta evidentemente tentando attraverso questo gioco di forza politicizzato di intimorire gli attivisti di ZTL Wake Up con iniziative al limite del lecito: dalla schedatura di giovani ragazze (alcune minorenni) colpevoli di difendere il diritto di scelta sui propri corpi, passando per innumerevoli denunce, fino ad arrivare a ben cinque fogli di via dalla città". I giovani del collettivo annunciano un'assemblea per decidere le azioni contro il provvedimento: "Vogliamo sapere che tipo di procedure siano state seguite per arrivare a ciò, quali responsabilità hanno gli uffici dell’anagrafe di Treviso, quali pressioni sono state fatte dalla questura. Lo chiediamo a gran voce perché è nel vuoto politico che si fanno strada fascisti e abusi delle autorità. Libertà di movimento per Ruggi! Libertà di movimento per tutti!".