Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Primi segnali di apertura da parte del ministero della cultura brasiliano

IL "TALIAN" VERSO IL RICONOSCIMENTO COME LINGUA DI RIFERIMENTO CULTURALE

La richiesta di miloni di veneti che vivono nel Rio Grande Do Sul


TREVISO - Presentata al governo del Brasile, dalla comunità veneta presente nella regione del Rio Grande Do Sul, una richiesta affinchè la lingua veneta, il “Talian”, venga riconosciuta come patrimonio e prima lingua di riferimento culturale del Brasile. Dal ministero della cultura brasiliano arrivano le prime avvisaglie che questo importante riconoscimento posso essere ad un passo. La comunità veneta, presente nella regione fin dalla fine del 1800, conta alcune milioni di ha fatto sopravvivere il “talian” nonostante l'imposizione del portoghese. Gli stessi veneti che vivono della regione, ancora oggi, hanno difficoltà enormi ad ottenere quanto a loro dovuto, ovvero il doppio passaporto italiano-brasiliano.