Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gli appartenenti al Collettivo sono chiamati a rispondere di invasione di terreni

OCCUPAZIONE DELL'EX TELECOM: A PROCESSO 25 GIOVANI DI ZTL

Si sono opposti a un decreti penale di condanna da 300 euro a testa


TREVISO – (gp) A poco più di un anno dai fatti contestati, 25 giovani appartenenti al Collettivo Ztl Wake Up sono finiti di fronte al giudice per rispondere dell'accusa di invasione di terreni. Si tratta del procedimento penale relativo all'occupazione della sede dell'ex Telecom di via Dandolo, quella iniziata nel dicembre 2012 e terminata con uno sgombero a fine gennaio 2013. Dopo la denuncia presentata dalla proprietà, del caso si era occupato il sostituto procuratore Gabriella Cama. Il pm, analizzate le relazioni della Digos di Treviso, aveva identificato i presunti responsabili e firmato nei loro confronti un decreto penale di condanna da 300 euro ciascuno, per un totale di 7.500 euro di multa. I 25 ragazzi del collettivo Ztl, difesi dagli avvocati Pretty Gorza e Giuseppe Romano, nel luglio scorso avevano però deciso di presentare opposizione a quel decreto penale scegliendo di andare di fronte a un giudice per farsi processare. Ora dovranno tornare in aula a maggio. Con ogni probabilità sarà solo il primo di una serie di processi in cui alcuni esponenti del Collettivo Ztl si dovranno sedere sul banco degli imputati: ancora in fase di indagini infatti ci sono altre occupazioni, a partire dalla seconda effettuata nella sede dell'ex Telecom, quella degli uffici dell'ex Iva, quella dell'ex Camuzzi e quella dell'ex caserma Salsa a Santa Maria del Rovere.