Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Casier, il gruppo proprietario: "Avanziamo 6 milioni dalla Asl di Novara"

STIPENDI IN RITARDO ALLA "CASA MIA" DIPENDENTI SUL PIEDE DI GUERRA

All'istituto per anziani, metà compenso a marzo, niente ad aprile


CASIER - Stipendi in ritardo a causa del mancato pagamento delle prestazioni al gruppo da parte della Regione Piemonte. La scorsa settimana, Josè Parrella, rappresentante legale del Gruppo Orpea Italia, che gestisce, attraverso la cooperativa Essetre, la struttura per anziani "Casa Mia" di Casier, ha comunicato ai dipendenti la decisione di erogare solo metà dello stipendio di marzo e non erogare quello di aprile. A comunicarlo i sindacati Funzione Pubblica di Cgil, FPL Uil e Fisascat Cisl di Treviso. “È inammissibile far pagare a lavoratrici e lavoratori veneti la mala gestione finanziaria della sanità piemontese”, attaccano i sindacalisti. Le organizzazioni di categoria hanno chiesto all'azienda un incontro unitario, al fine di risolvere la questione e assicurare il pagamento delle retribuzioni. “Secondo il Gruppo Orpea, che opera e gestisce varie strutture tra Piemonte e Veneto – hanno riportato i rappresentanti di Fp Cgil, Fisascat Cisl e Uil Fpl - la mancata erogazione degli stipendi ai dipendenti di “Casa Mia” è dovuta al ritardo nel pagamento delle prestazioni, circa 6 milioni di euro, da parte della Asl di Novara”. “Non si capisce come sia possibile – tuonano Marta Casarin (Cgil) Patrizia Manca (Cisl) e Roberto Meneghello (Uil) – che i lavoratori, che operano un servizio di assistenza 24 ore su 24, non percepiscano per intero il loro stipendio quando oltretutto la Regione Veneto ad oggi ha sempre pagato con puntualità le prestazioni alla struttura, tra le poche della provincia di Treviso occupata per intero da ospiti residenti”.