Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il giovane (allora 15enne) dovrà svolgere un periodo di lavori socialmente utili

DEVASTÒ LE AULE DELLA SCUOLA MEDIA UGO FOSCOLO: CONDANNATO

Preganziol: il complice non imputabile a causa della giovane età


PREGANZIOL – (gp) Condannato a svolgere un periodo di lavori socialmente utili. Questa la pena inflitta dal tribunale dei minori di Venezia al ragazzo di 15 anni (all'epoca dei fatti, ora quasi maggiorenne) che nel maggio 2011, assieme a un amico di 13 anni (e quindi non imputabile proprio per la sua giovane età), in due occasioni aveva devastato le aule della scuola media Ugo Foscolo di Preganziol. I due baby vandali, entrambi studenti dell'istituto, vennero fermati alle 4 del mattino del 23 maggio 2011 mentre scorrazzavano in bicicletta e, probabilmente, stavano per mettere a segno il terzo colpo. I due raid per i quali hanno rimediato prima la sospensione da scuola e poi la bocciatura per il 5 in condotta che si sono ritrovati in pagella erano stati commessi il 12 e il 21 maggio, costando a entrambi una denuncia per danneggiamento, furto e interruzione di pubblico servizio. Durante i vandalismi, almeno questo quanto ricostruito dai carabinieri, i due ragazzi avrebbero agito indossando guanti di lattice per non lasciare impronte. Quando vennero bloccati, i militari ritrovarono anche cinque estintori, bottiglie d'olio, aceto e candeggina e altro materiale in due distinti nascondigli: nel solaio di un caseggiato sul retro della scuola e nei pressi del campo di volo Condulmer, a quasi 5 km dall'istituto. Una volta scoperti avevano ammesso tutto: il 12 maggio erano entrati da una finestra del bagno lasciata aperta, avevano svuotato tre estintori nei corridoi, rovesciato olio e aceto in mensa e usato l'idrante. Un raid che costrinse la dirigenza della scuola a sospendere le lezioni per 260 studenti e a spostare le prove di valutazione Invalsi per le prime alle vicine scuole elementari. Il 21 maggio invece l'episodio più grave: i due avevano sparso la polvere degli estintori in tutto l'istituto, e tra le tante aule devastate anche quella speciale allestita per con un letto hi-tech, giochi e tutte le attrezzature necessarie per accogliere a scuola una ragazzina con gravi disabilità. Secondo raid vandalico e seconda sospensione delle lezioni per tutti gli studenti. Le famiglie dei due baby vandali dovettero poi versare nelle casse del Comune di Preganziol 1.425 euro a testa per i danni provocati alla scuola. I ragazzi invece avevano chiesto pubblicamente scusa a studenti e insegnanti per quanto avevano commesso, e il 15enne aveva anche scritto una lettera di scuse alla bambina disabile.